La prima impressione che si ha davanti ai due nuovi volumi di Editoriale Scienza è una sensazione piacevole e discreta data dalle copertine con rilegatura tipo olandese, fatte con carta da rivestimento per libri (un effetto opaco e “ruvidino” che vi ritroverete ad accarezzare!).

L’ostinata cura con cui questa casa editrice lavora per portare un vento di novità nell’editoria scientifica, oltre le copertine lucide e i titoli cubitali e urlati mi piace moltissimo, ne sono un esempio Il mio pianeta. Acqua e Il mio pianeta. Vento di Isabel Thomas, scrittrice londinese specializzata in scienza, e Pau Morgan illustratore cileno.

La peculiarità che rende il libro godibilissimo, oltre all’interesse per il tema specifico, è l’approccio globale: non siamo solamente di fronte ad un libro di esperimenti e riflessioni scientifiche sull’acqua e sul vento, ma ci immergiamo nell’esperienza che l’uomo (e il bambino) fa di questi due elementi naturali (acqua e aria). Aprono entrambi i libri due poesie sull’acque e sul vento e seguono più avanti leggende antiche sull'interpretazione di questi elementi, come a ricordarci che l’interesse per entrambi è l’interesse umano di chi osserva il mondo e non solo il “pallino” di specialisti. L’interno dei volumi, organizzato rispettivamente in 5 e 4 macroargomenti (Che cos’è l’acqua - L’acqua e il meteo - Il mondo acquatico - L’acqua e la natura - L’acqua e il nostro pianeta / Il vento e il meteo - La forza del vento - Il vento e la natura - Il mondo del vento) alterna momenti in cui invita ad osservare (Osserva), riflettere (Sperimenta) e giocare (Crea). In questo percorso variegato ci guidano i bambini: frotte di bambini che guardano, travasano, soffiano, saltano… tutti sorridenti ed entusiasti. Il testo è organizzato in due registri paralleli: da una parte il testo di spiegazione dell’attività, le descrizioni scientifiche, gli approfondimenti storici, letterari e culturali, dall’altra i baloon che danno voce ai personaggi della pagina che, di volta in volta, commentano, domandano, esclamano etc.

«Osserva la mamma mentre prepara il tè. Quando l’acqua raggiunge 100° C si dice che l’acqua è in  ebollizione. Le bolle che vedi formarsi sono costituite da vapore acqueo».

[a lato la mamma esclama:]

«Non avvicinarti! L’acqua bollente e il vapore sono molto pericolosi. Potresti scottarti!»

Non ci si trova mai di fronte ad un muro di parole e anche il registro più rigorosamente scientifico si spezza frequentemente in piccoli riquadri colorati che dosano con intelligenza le nozioni, rendendole piacevolmente fruibili dai 7 anni: la lettura scorre dunque gradevolmente anche per chi non si reputa un appassionato di scienza. Il volume sull’acqua, oltre a trattare il ciclo atmosferico e gli stati fisici, fa riflettere sulle regole che rendono l’acqua un liquido unico, insegna a fare le nuvole in una bottiglia (!!!!), racconta i nomi delle nuvole e anche tutti i detti popolari e le superstizioni sull’arrivo della pioggia (i gatti starnutiscono?!), ti insegna a costruire un filtro per l’acqua, ma anche uno stagno per osservarne gli abitanti, accenna ai misteri degli abissi e alle strategie di sopravvivenza in luoghi dove l’acqua scarseggia, accenna all’uso energetico e poi conclude con un bello «Splash! L’acqua non è solo utile… Ti piace nuotare e tuffarti? E lanciarti giù dagli scivoli? O forse solo… galleggiare?».

Il volume sul vento inizia col farvi costruire piccoli serpenti da termosifone, poi vi racconta dei nomi dei venti e delle esplorazioni che hanno seguito le direttive ventose, potrete creare vortici in bottiglia e automobili a vela, non guarderete più con noncuranza i semi che già da qualche giorno vagano tra la brezza perché saprete tutti i loro nomi, e se ancora non siete soddisfatti potrete anche provare a catturare il vento dal vostro balcone o magari semplicemente a far volare il vostro aquilone.

Lungi da ogni esaustività pedante questi due volumetti sono una piacevolissima lettura multiforme, che fa venire voglia di uscire di casa e di guardare fuori. La scelta dell’osservazione e dell’esperienza in prima persona (tutte le proposte sono nella quasi totalità sperimentabili dai bambini senza ausilio dei grandi) li rendono strumenti interessantissimi proprio per il coinvolgimento intelligente del soggetto. Anche le proposte creative non sono fini a se stesse, ma fungono da rinforzo dell’esperienza appena vissuta. All’illustratore il merito di aver dosato i colori e le forme perché le tavole non risultassero affollate, ma nemmeno spoglie, perché avessero una personalità senza sminuire o banalizzare il contenuto. Perfetta la scelta della font: chiara ma con personalità.

Saverio (7anni) che ha appena affrontato il ciclo dell’acqua a scuola ne è stato entusiasta!

Due bei libri da leggere e da proporre trasversalmente a tutti: la primavera è alle porte, è ora di uscire!

Il mio pianeta. Acqua
Isabel Thomas - Pau Morgan - Erica Mazzero (traduttrice)

64 pagine
Anno: 2017

Prezzo: 9,90 €
ISBN: 9788873078555

Editoriale Scienza editore

Il mio pianeta. Vento
Isabel Thomas - Pau Morgan - Erica Mazzero (traduttrice)

64 pagine
Anno: 2017

Prezzo: 9,90 €
ISBN: 9788873078562

Editoriale Scienza editore

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.