Oltre alle filastrocche, ai romanzi, alle raccolte dai generi diversi, le storie brevi e argute sono sempre state un ambito letterario che trova in Rodari uno dei suoi massimi esponenti. Con Alice Cascherina e Giovannino Perdigiorno, nati come personaggi seriali di avventure, avevamo già affrontato questo tipo di narrativa (breve, sempre significativa, venata di ironia), ma le storielle nate per le occasioni più disparate e con i protagonisti tra i più vari erano moltissime. Nasce così nel 1962 una prima raccolta divenuta in pochissimo tempo un vero e proprio classico della letteratura per l'infanzia italiana: le Favole al telefono. Un prima raccolta delle storie brevi apparse sul Corriere dei piccoli e il Corriere di piccolissimi: fu proprio nelle Favole al telefono che fecero la loro prima comparsa Alice e Giovannino, ma anche Giacomo di cristallo, Apollonia, il Filobus 75… insieme a molti altri brevi racconti.

Per far sì che le storie non paressero una raccolta disomogenea, Rodari ideò una cornice narrativa accogliente e familiare che iscrivesse tutte queste storie (70) nel rito rassicurante della buonanotte serale.

«C’era una volta … il ragionier Bianchi, di Varese. Era un rappresentante di commercio e sei giorni su sette girava l’Italia intera […]. La domenica tornava a casa sua, e il lunedì mattina ripartiva. Ma prima che partisse la sua bambina gli diceva: “Mi raccomando, papà: tutte le sere una storia”. […] Così ogni sera, dovunque si trovasse, alle nove in punto il ragionier Bianchi chiamava al telefono Varese e raccontava una storia alla sua bambina. Questo libro contiene appunto le storie del ragionier Bianchi. Vedrete che sono tutte un po’ corte: per forza, il ragioniere pagava il telefono di tasca sua, non poteva mica fare telefonate troppo lunghe».

Le storie qui raccolte sono, in effetti, perfette per la lettura prima della nanna (oltre che alle prime letture individuali!) e alcuni episodi sono diventati così cari ai bambini di allora che divennero pubblicazioni individuali.

Naturalmente gli illustratori chiamati di volta in volta ad affiancare le parole di Rodari sono moltissimi e potrete trovare quelle che vi piacciono di più: io ho le edizioni ormai “storiche” di Altan, ma sfogliate le diverse edizioni qui!

Fiabe e Fantafiabe, invece raccoglie un’ulteriore tipologia di scrittura di Rodari: storie più lunghe dai temi meno familiari e più articolati. L’aspetto narrativo richiama le fiabe, ma anche i generi più adulti (come la fantascienza!) attraverso alcuni topoi e figure ricorrenti, anche se l’orizzonte è sempre quotidiano e rassicurante: immaginazione e fantasia compenetrano il mondo reale fatto di vacanze, spiagge, mamme apprensive, ladri…  La complessità maggiore dà agio alla scrittura di diventare avventurosa e i ragazzi un po’ più grandi (dagli 8 anni) troveranno soddisfazione nella lettura.

Insomma Rodari per tutti i gusti e tutte le età!

Favole al telefono Gianni Rodari - Simona Mulazzani 256 pagine Anno 2017 Prezzo 15,90€ ISBN 9788866563594 Editore Einaudi
Fiabe e fantafiabe Gianni Rodari - Nicoletta Costa 96 pagine Anno 2012 Prezzo 10,50€ ISBN 9788879269780 Editore Einaudi
Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.