Non sono una viaggiatrice seriale con la valigia in mano, tutt’altro. Sono un’abitudinaria che ama andare negli stessi posti, sempre, salvo poi cambiare, innamorami e voler tornare solo lì (come è capitato con Parigi!). Non sono dunque particolarmente esperta di guide e case editrici che trattino di viaggi, tuttavia una costante che ha accompagnato i grandi viaggi che ho fatto è rappresentata dalle guide Lonely Planet. Delegando al marito gli aspetti più organizzativi del tipo cosa visitare, quali percorsi seguire… io mi sono immersa nelle guide Lonely Planet la cui filosofia, deduco, sia quella di farti assaporare il gusto particolare di un luogo attraverso i racconti di viaggiatori che ci sono stati: attraverso la storia, le curiosità e i dettagli notati dagli occhi di esploratori attenti (più che turisti) ci si immerge in un luogo in profondità e quando lo si visita, sembra già di conoscerlo da tempo.

Così quando ho scoperto che il marchio australiano inaugurava una collana per ragazzi sono rimasta molto incuriosita. Due le strade imboccate: una serie di quaderni di curiosità, giochi e attività dedicati a spazi generici (città, montagna, deserto, oceano) e vere e proprie guide pensate per ragazzini che si trovino a visitare grandi importanti capitali come Londra, Parigi, New York. A fare da filo conduttore due bambini, Marco e Amelia, protagonisti e accompagnatori coetanei dei viaggiatori bambini. Esploriamo la montagna è stata una bella scoperta per il mio primogenito Saverio, 7 anni, che ama moltissimo trascorrere il tempo estivo tra enigmistica e indovinelli: l’agile quaderno infatti è ricco di giochi e domande sulle montagne più alte del mondo e, dal momento che i suoi genitori sono montanari convinti, ha fatto di necessità virtù. E mentre lui ha trafugato l’album per giocarci sotto l’ombrellone con i nonni, io da casa vorrei invece parlarvi delle guide di Parigi e Londra.

Non fatevi stordire dal tono un po’ sensazionalistico dell’aletta («Lonely Planet ci porta in giro per il mondo per regalarci storie entusiasmanti e notizie sensazionali da condividere»), perché i contenuti selezionati dalle autrici sono calibrati sugli interessi dei ragazzi, ma non per questo pretendono di mantenere un tono stucchevolmente entusiasta. Entrambi i volumi sono brossurati, ricchi di illustrazioni fumettistiche e fotografie, e resi chiari da un ricco apparato paratestuale che evidenzia i nomi dei luoghi, i personaggi chiave e le notizie importanti. Nello stesso tempo la frammentazione dei diversi testi (brevi!) che riguardano descrizioni, curiosità, aneddoti e dicerie, è mantenuta coesa da titolazioni che percorrono con lo stesso stile i volumi, gerarchizzando in modo visivo ed immediato le diverse notizie. I contenuti sanno armonizzare riferimenti storici, come la storia del parigino Pierre de Coubertin e le Olimpiadi, ad aneddoti curiosi come l’odio della regina Vittoria per la carrozza reale d’oro, notizie che probabilmente un adulto riterrebbe superflue come il numero di bagni a Buckingham Palace (78!), a riferimenti puntuali e curiosi su cui probabilmente un adulto non si soffermerebbe «Musée d’Orsay. Questo splendido orso bianco potrebbe essere un personaggio di un film della Pixar. E invece esiste da quasi 100 anni! François Pompon era l’assistente di Auguste Rodin, forse il più grande scultore di Parigi. Ed era un arzillo sessantasettenne nel 1992 quando, durante la presentazione dell’orso bianco, le sue doti di scultore ottennero finalmente il giusto riconoscimento».

Non sono solo l’architettura e i luoghi al centro di queste guide: cibo, animali, mezzi di trasporto, musica hanno uno spazio quasi equivalente, raggiungendo l’obiettivo di incuriosire e affascinare i giovani lettori che vorranno saperne di più, andare a provare il gelato alle prugne secche e mostrarvi dettagli che forse vi erano sfuggiti.

Il volume dedicato a Londra cerca di immaginare dei percorsi reali da seguire all’interno della città dedicandoli a tematiche curiose ed inusuali: c’è il percorso «Londra da indossare» e quello delle «Belve leggendarie», mentre Parigi è organizzata in capitoli tematici con proposte disperse tra i diversi quartieri che andranno poi raccolti e riconosciuti di volta in volta («La città più romantica del mondo?», «Parigi a tavola»).

In ogni caso l’immaginario dei giovani lettori (dagli 8-9 anni, ma in lettura condivisa anche dai 6) si arricchirà di schegge e fotogrammi di una cultura, più che di uno spazio, e se ancora non avete pianificato un viaggio a Parigi o Londra, state sicuri che ve ne verrà voglia.

Parigi da scoprire
Helen Greathead - Matilde Macaluso (traduttrice)

104 pagine
Anno: 2017

Prezzo: 14,50 €
ISBN: 9788859231837

Lonely Planet - Edt editore
Compralo da Radice Labirinto: se non sai come fare clicca qui che ti spiego.

Londra da scoprire
Moira Butterfield - Matilde Macaluso (traduttrice)

104 pagine
Anno: 2017

Prezzo: 14,50 €
ISBN: 9788859231813

Lonely Planet - Edt editore
Compralo da Radice Labirinto: se non sai come fare clicca qui che ti spiego.

Esploriamo…la montagna
David Shephard - Cherie Zamazing

48 pagine
Anno: 2017

Prezzo: 9,90 €
ISBN: 9788859239253

Lonely Planet - Edt editore
Compralo da Radice Labirinto: se non sai come fare clicca qui che ti spiego.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *