Ma se il mio piccolo di 1-2 anni non regge il Gatto con gli stivali tanto che non si supera la prima pernice portata al re? E se Cappuccetto non fa tempo neanche ad entrare nel bosco? Per noi con Saverio era così.

Avevamo già parlato di alcune soluzioni semplici che avevano entusiasmato il piccolo Saverio, tuttavia oggi vorrei parlarvi della bellissima versione delle fiabe classiche a cura di Richard Scarry e di altre versioni molto semplificate che ci sono state molto d’aiuto.

Infatti finché Saverio non si è misurato con il mondo della Scuola dell’infanzia, la sua pazienza era assai ridotta e le storie e i libri che gli proponevamo si adattavano al personaggio. Le prime storie strutturate che gli abbiamo proposto erano in rima, essenziali e semplificate, ma memorizzabili e orecchiabili e, guarda caso, tutte rielaborazioni di fiabe classiche.

All’inizio ci è stata d’aiuto la collana Fiabe in rima de La Coccinella, in particolare il volume l brutto anatroccolo-La lepre e la tartaruga (anche se altri volumi sono stati prelevati in biblioteca). Le fiabe sono proprio ridotte all’ossissimo da Giovanna Mantegazza: pochi versi per pagina, sempre corredati da illustrazioni espressive e chiarificatrici. I colori brillanti, ma un po’ sbiaditi e il il contorno leggero della linea occupano l’intera pagina, prevalendo giustamente sul testo. Le illustrazioni di Giulia Orecchia e Cristina Mesturini non mi hanno entusiasmata, ma creano delle tavole allegre ed efficaci.

Saverio ripeteva spesso i versi della storia e il formato ridotto e cartonato permetteva anche che lo sfogliasse autonomamente; inoltre riuscivamo sempre ad iniziare e finire, con somma soddisfazione da entrambe le parti.

Due storie per volume, per 8 volumi e 16 storie, medesimo autore per i testi e medesime illustratrici: una collana coerente, forse solo un po’ piatta, ma davvero funzionale. Una tipologia di testi imprescindibile, direi, per introdurre le storie vere e proprie.

Nello stesso periodo (Saverio aveva 18-24 mesi) ho provato a introdurre anche la versione dei classici di Richard Scarry che io avevo nell’edizione del 1982, ma che è stata largamente rieditata. I testi, resi dialogo, movimentano molto la narrazione: si possono fare le voci, mimare le espressioni… insomma permettono una lettura animata più consona a favorire l’attenzione in bambini di quell’età, tuttavia i testi erano ancora troppo lunghi.

Li abbiamo molto apprezzati solo verso i 3 anni. La forza del testo è la sua forma, come ho già detto, la forza delle figure invece è la mano di Richard Scarry. Questo illustratore eccezionale, che si dedica – nel nostro caso - ai classici è diventato lui stesso un classico. Il mondo di personaggi creato negli anni Cinquanta ancor oggi riesce ad affascinare i bambini senza esitazioni. Quello di Richard Scarry è un mondo fatto di personaggi, di famiglie, di case, vie, automobili uniche e riconoscibilissime. Tutto è preciso, particolareggiato, rifinito. I personaggi sono espressivi con una naturalezza caricata come quella dei bambini (indimenticabili le espressioni di stupore), i movimenti energici, gli occhi vivi, i gesti inequivocabili e tutto pervaso da una serenità  (non per niente la città del suo mondo si chiama Felicittà!) che attutisce anche le situazioni più dure, come la fine del lupo di Cappuccetto Rosso. Le fiabe sono quindi ben narrate e largamente illustrate, un’ottima via di mezzo nel cammino ai classici.

Saverio adora queste versioni, è un libro che spesso vuole portarsi in giro, perché nel peso di un libro ci sono molteplici storie tra cui scegliere a piacere! Confido che l’edizione moderna sia esattamente corrispondente alla mia!

Il brutto anatroccolo - La lepre la tartaruga. Fiabe in rima
16 pagine
Anno: 2011

Prezzo: 4,90 €
ISBN: 9788875486129

La Coccinella editore
Anobii

Le più belle fiabe

Richard Scarry
157 pagine
Anno: 2007

Prezzo:17,00 €
ISBN: 9788804570585

Mondadori editore 

Anobii

Commenti
28 Aprile 2016
Maria

Hai ragione! Anche io ho trovato che fosse un’ottima formula!

28 Aprile 2016
chiara

Noi abbiamo iniziato con Cappuccetto Rosso-il topo di campagna e il topo di città delle fiabe in rima! l’ho letto all’infinito!! Poi abbiamo collezionato anche gli altri della stessa collana, ci sono piaciuti molto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.