Mi sono imbattuta recentemente in un documentario davvero interessante che racconta l’avventura di una giovane coppia alle prese con un sogno: una fattoria, in Florida, basata su un modello di agricoltura tradizionale, l’Apricot Lani farms. Il documentario mostra in maniera trasparente e affascinante come la natura abbia un suo equilibrio delicato ma profondamente funzionale nel quale l’uomo può inserirsi con l’allevamento e l’agricoltura, se riesce però a rispettare e ad accettare i tempi, le inclinazioni, la complessità le esigenze di ogni forma vita: dal coyote all’albero di nettarina. Lontano dalla romantica idea della fattoria familiare di qualche secolo fa, ma in realtà più vicino di  quanto appaia ad un primo sguardo, l’agricoltura rispettosa, biologica o tradizionale ha molti punti di forza che permettono il guadagno anche in un mondo globalizzato e mercificato come il nostro, perché l’equilibrio con il mondo naturale determina una qualità dei prodotti che l’agricoltura estensiva e omologata non può consentire. Inoltre la vita di questi agricoltori e allevatori controcorrente è assai simile ad un’avventura quotidiana!

Sono stata molto felice dunque di scoprire che Slow Food avrebbe tradotto un albo illustrato sulla vita di fattoria.

Un anno in fattoria di Nancy Castaldo e Ginnie Hsu segue i tempi delle stagioni e ci racconta le attività che gli ipotetici contadini affrontano lungo lo scorrere dell’anno.

Il libro ha un’impostazione chiara e semplice: la stagione viene introdotta con un racconto breve di ciò che accade in natura, a cui segue una sequenza di doppie pagine dedicate ad un argomento specifico. In autunno, ad esempio, si raccolgono le mele e le zucche, si possono preparare conserve e confetture con tutti i prodotti accumulati nelle raccolte estive, si mettono a riposo i campi piantando le piante di copertura del terreno, si lasciano i maiali al pascolo e si ricoverano gli altri animali dai pascoli estivi.

Le diverse attività sono illustrate con chiarezza e molta semplicità, senza la pretesa di essere specifici: si parla della cura degli alveari, di come sono fatti e si spiega come si debbano preservare le api dal gelo dell’inverno, si presentano alcune razze di mucche, di pecore e di galline accennando alla specificità della loro razza (gli esempi sono centrati sull’Italia!), si accenna ai tempi di semina delle diverse colture, si mostrano le varietà di alcuni prodotti come il mais... Dell’allevamento si parla nella sua dimensione etica e rispettosa: gli animali sono nei recinti, ma all’aria aperta, producono uova e latte senza che vengano trattati chimicamente per produrre di più o ingrassare. Appaiono anche brevi accenni di tipo scientifico alla fotosintesi-  che rappresenta il modo con cui le piante di nutrono - e alle strategie di riproduzione della piante e ai fiori, grazie ai diversi impollinatori.

Non mancano poi accenni alla vita degli agricoltori: la fiera, il mercato locale, la possibilità dei gruppi di acquisto solidale, la produzione di pane, torte, marmellate e prodotti da vendere al mercato locale o alla distribuzione, la potatura, l’acquisto delle sementi e la manutenzione delle stalle. Gli appassionati di mezzi di trasporto potranno infine guardare i diversi tipi di trattore e gli strumenti necessari all’aratura, alla semina e al raccolto.

Le immagini sono funzionali, forse un po’ calcatamente entusiaste (mentre sono certa che quello del contadino sia un lavoro durissimo!), ma restituiscono comunque un senso di piacevole allegria.

La scansione temporale è molto interessante perché aiuta ad immaginare il mutare del lavoro a seconda dei diversi momenti dell’anno e fornisce un’idea (intelligente) anche dei prodotti stagionali (non si mangiano gli strüdel ad agosto in vacanza!!) a cui rivolgersi mese dopo mese.

Il libro può essere proposto a partire dai 5 anni, ma mediato e letto in compagnia anche prima, perché il testo è frammentato e la struttura del testo non pretende una lettura necessariamente continuativa.

Nutrirsi e scegliere come farlo ha delle implicazioni per la nostra salute, ma anche per l’aspetto che desideriamo il mondo futuro abbia: questo libro ci racconta un tassello fondamentale di questo equilibrio di cui facciamo parte.

Un anno in fattoria Nancy Castaldo - Ginnie Hsu 80 pagine Anno 2020 Prezzo 15,50€ ISBN 9788884996633 Editore Slow food editore
Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.