Mi piacerebbe augurare un buon viaggio a scuola a tutti i ragazzi che oggi incominciano, che l’hanno appena incominciata o che la incominceranno nei prossimi giorni, attraverso un libro che non c’entra niente con la scuola, ma che amo particolarmente e che trovo perfetto.

A che pensi? di Laurent Moreau raccoglie una galleria di ritratti di volti e, attraverso un sapiente uso della cartotecnica, ci svela come i loro pensieri.

Il testo è sintetico, tocca al lettore dare vita e sostanza a quelle poche parole prima che il gesto di sollevamento dell’aletta ci riveli ciò che l’autore ha reso illustrazione.

«Massimo si inventa un’avventura»

A che cosa starà pensando Massimo? Si immagina in una foresta tropicale con il machete in mano? Vuole imbarcarsi su una goletta spagnola alla ricerca di un tesoro?

«Mattia è semplicemente felice»

Quale sarà il contenuto delle felicità di questo bambini lentigginoso, il cui sguardo poco racconta di questa felicità?

«Lorenzo non vede l’ora che torni l’estate?»

Che cosa porta con sé delle vacanze, Lorenzo?

«Giovanni è preoccupato per il lavoro»

Quanto possono essere complessi il pensiero, la psiche e le emozioni!

«Luciano si ricorda con tenerezza di quando era piccolo»

Che cosa ha portato con sé, Luciano, del suo essere bambino?

A che pensa, insomma? 

Questa domanda diretta, potrebbe sembrare indiscreta, ma quale affetto cela! Come a dire: mi interessa cosa pensi, perché mi interessi tu e credo che ciò che pensi sia importante, qualsiasi cosa sia!

Cercare questo legame, ribadire questo bene significa mettere in comune ciò che di intimo ciascuno custodisce, nella prospettiva di una vera amicizia.

La galleria continua, viso dopo viso fino ad un piccolo colpo di scena finale - di cui non vi dico niente! - e una tavola collettiva, dove tutti i volti diventano persone che stanno vivendo e facendo qualcosa.

Le illustrazioni dell’artista francese hanno dato vita a libri di rara bellezza e non mancano il colpo neanche in questo testo che anno dopo anno torna sugli scaffali, per la forza quieta ma determinata del suo messaggio.

Mi auguro questo per i miei figli che hanno incominciato un nuovo anno: che possano imparare a pensare, che possano accettare e comprendere ciò che pensano e che siano disposti a condividere i loro pensieri con le persone a cui vogliono bene.

A che pensi?

Una domanda così semplice e così importante.

A che pensi? Laurent Moreau 44 pagine Anno 2012 Prezzo 18,00€ ISBN 9788896806326 Editore Orecchio acerbo
Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.