Italia narrata: Puglia

Italia narrata: Puglia

La Puglia è una regione battuta dai venti e blandita dal mare, una regione scapigliata, bruciata dal sole e arida quasi tutto l’anno. Sotto il sole abbagliante prosperano gli ulivi, in immense distese argentee e i mandorli in primavera biancheggiano lievi dappertutto. Nonostante il terreno difficile infatti i pugliesi con tenacia hanno sempre combattuto e coltivato trovando soluzioni anche quando, apparentemente, non ce n’erano: viti fatte crescere a fior di terra, fichi capaci di piegarsi al vento e di essere generosi. La sua conformazione ha reso la Puglia un porto naturale e fondamentale per i commerci e gli approdi sia dai Balcani che dal Medio Oriente, una porta aperta verso il mondo esterno. Uomini di mare, i pugliesi, sbozzati dal vento, come le loro grotte e le loro isole.

La tradizione fiabesca prende vita in un progetto portato avanti da Daniele Giancane che dal 2009 ha mappato, grazie ad un manipolo di studenti universitari, tutta la Puglia, raccogliendo, registrando e custodendo le fiabe tramandate per via orale dagli anziani delle diverse comunità. Ne sono nati tre volumi Fiabe di Terra di Bari, Fiabe di Capitanata e Fiabe Salentine per Besa editore. Un lavoro filologico puntiglioso di traduzione e registrazione che mostra il cuore millenario e un’identità locale molto forte e caratteristica di questa regione sul confine dei mondi.

Riuscite a pensare alla Puglia senza pensare al mare?! Le isole Tremiti sono tra le mete più spettacolari della nostra Italia, ma tante altre isole appartengono alla Puglia: ce le racconta con ironia e immaginazione il volume di Andrea Alesci.

Non stupisce che la fiaba scelta da Calvino per la sua raccolta, citi una strana Salamanca, caratterizzando da subito questa storia piena di incantesimi, come una fiaba dal respiro “internazionale”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Posted By Maria
Categorie Narrativa Recensioni