Esistono delle supereroine? Mi sono venute in mente solo Paperinika e Elastigirl. Me lo sono chiesto e, rimuginando indietro con la mente, non sono riuscita a scovare nella mia infanzia nulla che ricordasse una supereroina (anche la parola non esiste, effettivamente!): io ho amato la Bella addormentata, Lady Marian, Ariel ma nessuna di queste aveva calzamaglie, mantelli e superpoteri. È evidentemente un mondo di maschi, o forse per le donne avere superpoteri è dato per scontato e non fa storia ;)

Comunque io SUPERcoccinella aiutaci tu! di Guido Van Genechten non l’avevo neanche visto sugli scaffali della biblioteca, Saverio invece, con la sua supervista lo ha identificato subito e io senza troppo entusiasmo (il formato grande non è esattamente comodissimo da trasportare) me lo sono portato a casa.

Come spesso succede ho dovuto ricredermi.

Tutto incomincia nel risguardo iniziale: su fondo nero numeri colorati scandiscono in crescendo il conto alla rovescia. È un vero e proprio lancio (che Saverio mi impone di leggere a volume sempre maggiore) che culmina con il titolo/invocazione, rigorosamente da urlare, e che permette anche di avanzare ipotesi sull’uso dell’aggeggio che precede il titolo.

La storia inizia raccontandoci di una serie di sventure incredibili che colpiscono vari animali: un elefante bloccato nel fango, una cane (della prateria?) aggrappato, grazie ad un’unica zampetta, ad una roccia su uno strapiombo del Grand Canyon, un cammello assetato nel deserto etc. Drammi a cui l’illustratore dedica grandissime doppie pagine, dove spesso lo sfondo ha più spazio che il protagonista, ma in questa storia le dimensioni non contano! Finito l’elenco di tragedie ecco che appare il nostro supereroe (è un maschio, non c’è dubbio, come abbiamo già appurato): Supercoccinella che con stivaletti, mantello puntinato, maschera nera e turbo incorporato corre in loro aiuto.

Come farà mai? Ci chiediamo noi (adulti). Che domande? Ci rispondono (i piccoli) con una disarmante naturalezza: ad esempio con un «potentissimo-risucchia-animali-di-taglia-XXXL». Infatti, il nostro piccoletto sfoggia gadget degni di 007 e così, con facilità, solleva elefanti, sposta balene, raccoglie cani con retini…

Beh, sarà una coccinella morsa da un ragno radioattivo, sarà gigantesca o almeno grande come un leone… no no, siete fuori strada: nelle doppie pagine il supereroe è quasi invisibile, perché è esattamente piccolo come dovrebbe essere. Ma per nulla scoraggiato dalle dimensioni, il piccolo eroe, col sorriso sulle labbra (quando riusciamo a intravederlo nei pochi cm di sé) porta a buon fine ogni missione, ricevendone ringraziamenti sentiti e accorati. E anche quando, alla fine della giornata, sveste i suoi panni corazzati e con le sue zampette si infila sotto la trapunta, è subito pronto a ripartire se chiamato in Italia (curioso!) per un’altra missione, come in ogni storia di eroi che si rispetti, perché gli eroi non dormono mai (i figli sì, speriamo!).

La storia, dunque, è davvero breve e semplice: una decina di parole di media a pagina, ma arricchite da un uso curioso dei font. La trama, infatti, è in un font narrativo abbastanza anonimo, ma i gadget futuristici sono in un font scritto più grande e scuro, presente anche nel titolo, mentre gli animali nel ringraziare il loro salvatore sembrano adattare le loro parole alle orecchie dell’eroe e sussurrano parole di dimensioni minuscole, che quasi sfuggono alla vista nella pagina (io ho dimenticato spesso il ringraziamento del serpente).

I disegni, proprio a causa delle dimensioni, occupano poco spazio rispetto agli sfondi, che rimangono piuttosto anonimi e insignificanti, con la sola eccezione del covo di Supercoccinella ingombro di oggetti e gadget di varia natura, tra cui spicca la laurea in «super». I protagonisti, sebbene il tratto dell’illustratore non mi faccia impazzire, sono espressivi e ben caratterizzati: il cammello-hippy è simpatico, ma l’unico vero protagonista è la coccinella, eroe acqua e sapone.

Eroe in erba, delle dimensioni giuste per affascinare (come è stato di fatto) piccoli aspiranti supereroi, come Saverio, che nella vita vogliono ancora fare tutto e di tutto.

P.S. Sul sito di Guido Van Genechten c’è una sezione in cui l’illustratore mette a disposizione alcuni sui disegni da stampare e colorare: l’ho trovata una bellissima idea!

SUPERcoccinella aiutaci tu!
28 pagine
Anno: 2012

Prezzo: 15,95 €
ISBN: 9788862581868

Clavis editore
Anobii

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.