«Un ricco inventario che incita piccoli e grandi alla curiosità e alla meraviglia»: questa è la descrizione che troviamo nella quarta di copertina degli Inventari di Virginie Aladjidi ed Emmanuelle Tchoukriel ed è questa l'esperienza che abbiamo rifatto in loro compagnia. Non è infatti la prima volta che prendiamo un mano un volume di questa collana: qualche anno fa mi stupii di come un libro dall’aspetto così compassato e, in parte, adulto potesse affascinare un bambino di allora poco più di 3 anni. Nel tempo i volumi si sono moltiplicati, ma oggi voglio (ri)proporvene due perché rimangono, a mio parere, dei libri davvero preziosi e duttili, tanto che qui a casa mia passano indifferentemente dalle mani del 7enne a quelle del 2enne.

Mentre pensavo a qualche volume interessante da portare con noi nelle vacanze in montagna, mi sono resa conto di una nuova esigenza nata quest’anno nel mio primogenito, Saverio: quella di riuscire a leggere il mondo naturale attorno a sé, ritrovando affinità e differenze e, perché no, classificandolo.

L’inventario illustrato dei fiori è stato per Saverio la risposta a questa domanda inespressa. Il volume, curato secondo tutte le caratteristiche di cui vi ho già parlato, presenta una selezione di fiori, prevalentemente europei, in modo rigoroso, attento e nello stesso tempo mai oscuro o complicato: accanto al nome latino e all’indicazione della famiglia, l’autrice francese offre, nel breve testo che accompagna ogni tavola, indicazioni curiose e descrizioni precise che si armonizzano, invogliando il lettore all’osservazione e offrendogli nozioni che forse non conosceva.

Abbiamo così scoperto che i ranuncoli che Saverio ama(va) raccogliere, perché me li intrecciassi ai capelli sono in realtà tossici.

«Il botton d’oro ha 5 petali giallo oro fitti e brillanti, disposti a forma di coppa, e innumerevoli stami dello stesso colore. Le foglie sono sottili e molto incise. È talmente tossico che gli animali non vanno fatti pascolare nei prati in cui cresce! … cogliendolo dobbiamo fare attenzione: il ranuncolo può causare sulla nostra pelle vesciche e arrossamenti».

I termini scientifici sono inseriti con naturalezza e sono spiegati chiaramente nella prefazione che, succintamente ma in modo molto chiaro, introduce termini tecnici e spiega la vita e le differenze principali all’interno della grande famiglia delle piante.

Saverio ha gustato con avidità queste nozioni (il sepalo, il tepalo e il petalo sono state grandi scoperte), soddisfacendo una sete di curiosità che adesso a 7 anni ha una conformazione esigente e precisa: «guarda questo è simile, ma molto diverso, vedi mamma!».

Ma non pensate che la scientificità renda questi testi freddi o impersoneli, l’organizzazione in capitoli cromatici (fiori gialli, fiori arancione, fiori viola, fiori azzurri…) - ripresi dalle cornici - la vividezza delle illustrazioni che ritraggono i fiori nel loro ambiente visitati da farfalle (Apollo bianco, Boloria, licena azzurra…) o appena sfiorati da formiche o da foglie secchie… rendono ogni pagina una narrazione, una storia da scoprire.

L’inventario della montagna mantiene lo stesso spirito volto ad incuriosire i lettori, anche se l’ampiezza e la varietà di soggetti considerati (dai mammiferi agli uccelli, dagli alberi ai pesci, dai rettili ai licheni) permette una minore comparazione sequenziale. La selezione dei protagonisti, tutta europea, introduce senza voler essere esaustiva una rosa di soggetti che ritroverete facilmente alla prima gita in montagna: alcune razze di mucche come la Abondance e la tarantasia, il larice e l’abete rosso (che belle le focalizzazioni sulle foglie!), i tritoni, il culbianco, le mazze di tamburo… Anche in questo caso curiosità e notizie scientifiche si fondono per far conoscere un po’ di più i diversi abitanti dell’ecosistema alpino. Hutai (2 anni) è rimasto affascinato ad osservare le diverse tavole: è impressionante come i bambini amino le illustrazioni realistiche, quasi fotografiche!

Due libri ideali (ma ci sono anche i volumi su mare, alberi, meraviglie del mondo…) per primi lettori che abbiano bisogno di misurarsi con brevi testi (non preoccupatevi della complessità lessicale, l’interesse li aiuterà!), ma anche e soprattutto per bambini di 4-5 anni che vogliano vedere ed osservare con calma e precisione. In modi diversi impareranno a leggere la meraviglia del mondo che ci circonda.

Inventario illustrato dei fiori
Virginie Aladjidi - Emmanuelle Tchoukriel - Ombretta Romei (traduttrice)

80 pagine
Anno: 2016

Prezzo: 15,00 €
ISBN: 9788867222070

L’ippocampo editore
Compralo da Radice Labirinto: se non sai come fare clicca qui che ti spiego.

Inventario illustrato della montagna
Virginie Aladjidi - Emmanuelle Tchoukriel - Ombretta Romei (traduttrice)

51 pagine
Anno: 2016

Prezzo: 15,00 €
ISBN: 978-8867222339

L’ippocampo editore
Compralo da Radice Labirinto: se non sai come fare clicca qui che ti spiego.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *