Leggere ai bambini. Biografie e autobiografie

Leggere ai bambini. Biografie e autobiografie

 

Una delle domande che spesso nasce dopo qualche tempo che si frequenta la letteratura per l’infanzia è: esiste una letteratura di serie A e di serie B? La questione è annosa, lo è sempre stato in ambito letterario. È stato addirittura coniato il termine di paraletteratura per raggruppare alcuni tipi di testi che non si considerano alla pari della produzione di valore. Non è questo il luogo per disquisire sui canoni letterari, sulla storia della critica e sulle funzioni della letteratura, vorrei però offrirvi alcuni strumenti semplici e basilari per poter affrontare la lettura di un albo illustrato o di un testo pensato per l’infanzia con un occhio intelligente e uno spirito interlocutorio.

Quelle che vi offrirò non saranno vere e proprie recensioni, approfondite, ma piuttosto la presentazione di alcuni strumenti di cui ognuno potrà appropriarsi, a proprio piacimento.

Vorrei partire da una tipologia di testi abbastanza sottovalutati, ma estremamente interessanti: le autobiografie e le biografie degli autori. 

Conoscere la vita, i pensieri, le suggestioni, le idee degli autori che scrivono i libri è un modo molto interessante per entrare nel merito delle opere. Impensabili dettagli che ad una lettura isolata possono apparire banali, già visti, o al contrario quasi invisibili, riletti attraverso la lente della vita di chi quelle pagine le ha pensate, scritte e disegnate acquistano tutto un altro peso. 

Non sto parlando di testi introduttivi o esplicativi delle opere, ma proprio del racconto delle vite, vite fatte di incontri e passioni, luoghi, sguardi, tempi storici…

Vi faccio qualche esempio. 

Tanti, tutti probabilmente, conoscerete Piccolo blu e piccolo giallo, ma chi conosce davvero Leo Lionni? La sua passione per il design, per le piante, il suo amore per l’Italia (perché non è italiano, lo sapete!)… In Leo Lionni. Tu sei un poeta! l’editore Babalibri raccoglie 13 interventi di amici, conoscenti e parenti e fa loro raccontare il Leo Lionni che conoscevano: si scopre e si riscopre la sua attenzione per la vegetazione e i suoi esperimenti negli albi per rendere i prati sempre diversi, si ascolta sorridendo la nascita improvvisa di alcuni topolini dietro la richiesta di un logo internazionale e poi la sua percezione della corporeità, le sue avventura nel mondo cinematografico…

Quanto si guadagna nella lettura delle sue opere, che a volte sembrano così semplici da essere immediatamente comprese.

P.S. il libro si può richiedere gratuitamente alla casa editrice, inoltre legato al libro esiste una mostra per le scuole. Aggiungo che nel catalogo Donzelli esiste anche l’autobiografia di Leo Lionni, Tra i miei mondi.

Un ponte di libri di Jella Lepman è l’autobiografia di una donna – Jella, appunto – che fece del libro per ragazzi l’occasione della rinascita nel dopoguerra tedesco, fondatrice di IBBY e della Jugendbibliothek di Monaco. Il tono arguto e tagliente, il suo essere donna, il suo pragmatismo, il modo in cui guardava i ragazzi e i libri colpiscono per la modernità e la lungimiranza. Quando ho realizzato che alcuni tra i personaggi più cari della mia infanzia erano nati dalla sua penna (il diavoletto della stizza, la bambina con il nido di uccelli nei capelli…), ho ritrovato lo stesso irriverente e giocoso piglio che questa autrice mostra nella sua storia. Tanti piccoli tasselli hanno rivelato un valore che ad una lettura superficiale non avevo notato.

Illuminanti sono ugualmente i volumi che compongono la collana Gli anni in tasca curata dai Topipittori: storie e racconti dell’infanzia di autori affermati nel panorama della scrittura o dell’illustrazione. Quanti particolari si illuminano di senso, se si accostano le autobiografie infantili dei poeti alle loro poesie. E quanti riflessi ed echi chiariscono l’immaginario che si compone nelle opere di illustratori e artisti (Super 8 di Anna Castagnoli ricorda Pippi Calzelunghe!).

Le biografie d’autore sono molte di più, ne avete amata qualcuna in particolare?

Un ponte di libri Jella Lepman 208 pagine Anno 2019 Prezzo 18,00€ ISBN 9788876093937 Editore Sinnos
Commenti
16 Gennaio 2020
Maria

Uno più bello dell’altro, sono d’accordo!

16 Gennaio 2020
Serenella

Ho amato quelle di Silvia Vecchini, Janna Carioli e Giusi Quarenghi per Gli anni in tasca. Mi hanno riportato al tempo della mia infanzia, e oltre, ai ricordi di mia mamma. E anche i miei alunni le hanno amate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *