Una delle novità primaverili di Zoolibri è Come trovare una stella, vi sembra di aver già sentito un titolo simile? Beh stiamo parlando del primo albo illustrato di Oliver Jeffers.

________________________________________

Tra tutte le cose meravigliose che ho trasmesso a Saverio c’è l’impazienza. Fino a che era piccolo potevo ricondurre la sua irrequietezza all’età – dopotutto i bimbi piccoli hanno una scarsa capacità di concentrazione – ma ormai non posso che ammetterlo, parte della responsabilità è mia :D La cosa più incredibile è, però, che la pazienza io la sto lentamente imparando proprio grazie al mio pargoletto. Dovrei piuttosto dire che inizio a godermela, perché la possibilità di stare al suo passo, di aspettarlo e di osservarlo è per me una grande e meravigliosa avventura. Per questo How to catch a star di Oliver Jeffers ci è subito molto piaciuto.

L’opera prima di Oliver, che ha avuto un successo immediato e ha appena compiuto 10 anni, è infatti dedicata a insegnarci che le cose belle vanno aspettate con pazienza e ricercate con intelligenza e arguzia.

Il piccolo bimbetto con la felpa a righe è il protagonista della “boy books-trilogia”, che inizialmente noi abbiamo incontrato nel secondo capitolo, Chi trova un pinguino, e che oggi annoveriamo tra i nostri migliori amici.

Ebbene il piccoletto, novello pastore errante, ha un desiderio grande come l’universo: ama le stelle «and wished he had one of this very own». Ci giocherebbe a nascondino insieme, ci farebbe lunghe passeggiate sulla spiaggia: la stella sarebbe proprio l’amico ideale. Così il bimbo punta la sveglia, perché, si sa, le stelle dopo una notte in piedi in cielo sono stanche e potrebbero anche cadere :D Inizia l’attesa: il piccolo aspetta e aspetta e aspetta e aspetta … mangia e aspetta, aspetta, aspetta … mangia ancora una volta e aspetta ancora un po’, ma niente stelle. Fino a quando: ecco la prima!

Adesso incomincia il vero problema: come acchiapparla? Oliver Jeffers ci ha abituato alle mirabolanti, impensate e spassose opzioni che spesso si incalzano nelle testoline dei diversi personaggi e fin dalla prima opera non ci ha deluso. Saltare? Arrampicarsi sulla punta più alta dell’albero più alto? No no no, la svolta sta nel salvagente di papà! No no no il razzo è la soluzione, come non pensarci? Ma ha finito la benzina… cavolo! Quel gabbiano potrebbe tenermi per il cappuccio e portarmi su, no? Quel maleducato non mi risponde! Uff.

Tutto sembra perduto, ma ad un tratto però il bimbo intravede una stella, una «baby star»: la piccina è caduta in mare, bisogna aiutarla! Pescandola? No! La chiave sta proprio nella pazienza, la piccola dovrà arrivare a riva, bisogna solo aspettarla e così ricomincia l’attesa. Aspetta, aspetta, aspetta fino a quando: eccola perfetta, splendida e brillante ed è tutta sua. Nella vita è così: bisogna saper attendere i tempi degli altri, ma anche i propri, bisogna essere capaci di non scoraggiarsi e perseverare nella ricerca di una strada, perché alla fine ogni cosa va al suo posto, esattamente dove stare.

La figurina esile, vitale e curiosa del protagonista colpisce per l’espressività dei gesti e delle espressioni, pur nell’essenzialità dei suoi tratti fisionomici. I ritmi della narrazione sono nettamente più lenti e cadenzati rispetto alle pagine frenetiche che si incontrano in altre posteriori e meravigliose storie, ma sono una incantevole presentazione di sé e del proprio mondo. I colori sono mossi da effetti ombreggiati e dall’uso della luce, ma mancano i collage, la scrittura, i movimenti impressi alla scena, tutti elementi che Oliver introdurrà più avanti: tutto è più posato e raccoglie in nuce l’esplosione successiva!

Saverio ha riconosciuto la mano dell’autore e si è affezionato subito a quest’albo composto e silenzioso: è una storia che attende e che mostra come l’ostinazione se unita alla pazienza conduce lontano, molto lontano, fino alle stelle.

P.S. a proposito riconoscete la citazione della maglietta a righe? Leggete qui!

How to catch a star

Oliver Jeffers

32 pagine
Anno: 2004

Prezzo: 7,26 €
ISBN: 9780007150342

HarperCollins Childrens Books
Anobii

Come trovare una stella

Oliver Jeffers

40 pagine
Anno: 2015

Prezzo: 16 €
ISBN: 9788888254937

Zoolibri

Commenti
27 Marzo 2015
Maria

Ciao Lidia! Piacere di conoscerti! Sai che ho frequentato un Master per l’insegnamento dell’italiano L2?! 🙂
Il testo è molto semplice e breve, anch’io ho la versione inglese e con mio figlio abbiamo iniziato a leggerlo dai tre anni. Tutta la trilogia è strutturata nello stesso modo (questa è la seconda puntata http://www.scaffalebasso.it/chi-trova-un-pinguino-un-tesoro-di-bambino/ la terza con l’alieno non l’ho recensita), e sono tre libri uno più bello dell’altro.

27 Marzo 2015
Lidia

Mi è piaciuta tanto la tua recensione che l’ho condivisa! Ma volevo chiederti: da che età consiglieresti questo libro? Mi piacerebbe prenderlo in lingua originale, quindi il testo non dovrebbe essere troppo lungo, altrimenti ci perdiamo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *