Edward van de Vendel - Marije Tolman, Piccola volpe, Il castoro

Edward van de Vendel – Marije Tolman, Piccola volpe, Il castoro

Sull’approccio alle abilità di letto-scrittura ci sono diverse scuole di pensiero e questo riguarda anche l’introduzione del maiuscolo o del minuscolo. Nel selezionare questi testi ho immaginato di avere davanti bambini di 6-7 anni, al primo anno (avanzato!) o all’inizio del secondo anno della scuola primaria. Mi sono immaginata di vederli fare qualche passo un po’ meno indeciso tra le pagine stampate, ho tenuto fisse davanti agli occhi le competenze e le capacità che in pochi mesi hanno visto sbocciare tra le loro mani, ho ricercato tra le pagine storie all’altezza dei loro anni.

La lettura dovrebbe essere il naturale svolgimento di un momento di piacere condiviso che diventa personale con lo svilupparsi di capacità come il riconoscimento dei segni, non è mio obiettivo selezionare testi che allenino i ragazzi a leggere o che facciano “semplicemente” leggere i ragazzi.

Bisogna scovare storie all’altezza dei loro 6-7 anni, perché propinare loro testi banali o protostorie non considera loro né il fascino della letteratura: come ho scritto, nel parlare dei libri in maiuscolo, siamo di fronte ad un passaggio delicato che deve salvaguardare l’esperienza di gratificazione e di esplorazione curiosa che la buona lettura condivisa crea.

  1. La lettura condivisa è un momento di intimità emotiva da non perdere, mai, questo mi ha permesso di essere un po’ più elastica sulla lunghezza dei testi selezionati: leggete insieme ai vostri bambini, anche se sanno già leggere! In ogni caso la scelta di testi brevi corrisponde ad un’idea di soddisfazione raggiungibile attraverso uno sforzo commisurato alle capacità di un bambino che si cimenta con le prime letture autonome.
  2. Quando proponiamo un libro ad un bambino dobbiamo considerare i suoi interessi, le sue passioni, le sue inclinazioni, la sua storia di lettura: interpellatelo, portatelo in biblioteca o in libreria, mostrategli le immagini delle recensioni e lasciatelo scegliere. Dategli in mano il brivido della scelta: i ragazzi saranno più consapevoli e coinvolti.

Ecco 30 testi, scelti prevalentemente tra le novità più recenti, che ho trovato perfetti per i primi commoventi passi incerti nel viaggio della lettura autonoma.

ALBI ILLUSTRATI

Nadine Brun-Cosme – Anna Aparicio Català, Leo e Galileo esplorando la foresta, Panini

A metà tra realtà e fantasia Leo e la sua amica scimmietta, Galileo, si lanciano in esplorazioni del mondo (questa avventura affronta la foresta, ma esiste un primo volume sugli abissi marini) a bordo di strampalate macchine inventate dal vulcanico Galileo. Le illustrazioni occupano le pagine incantando per la densità di dettagli e di particolari reali e immaginari: farfalle con eleganti scarpette, conigli dai curiosi pigiami (?), case di talpe addobbate con lanterne cinesi… Il testo – prevalentemente su fondo bianco – è chiaro e leggibile, le avventure sono ricche di colpi di scena inaspettati e le immagini condensano dettagli che chiedono al lettore di immergersi nella lettura e di immaginare oltre le parole. Colorato, denso e inaspettato.

Alex Cousseau – Charles Dutertre, L’incredibile corsa dello sciroppo, Sinnos

Se il vostro piccolo lettore ama i mezzi di trasporto strampalati ed eccentrici, allora è pronto a partire insieme a tutti i piccoli insetti scalpitanti che partecipano all’incredibile corsa dello sciroppo. Alex Cousseau ci guida ancora una volta nel mondo del piccolissimo e del nascosto, in un universo di macchine che tanto ricordano quelle di Richard Scarry. Tutti gli insettini vogliono vincere, ma come sapete le gare sono ricche di imprevisti: gli equipaggi sono costretti a riassortirsi, ripensarsi, rattopparsi… Chi? Chi vincerà? Una corsa sul filo del rasoio… Pronti a partire? Il font è ad alta leggibilità.

Edward van de Vendel – Marije Tolman, Piccola volpe, Il castoro

Immaginate di essere una piccola volpe alle prese con i primi piccoli balzelli al di fuori della tana. Un albo magico, fotografico e disegnato, che ricama l’incanto di fronte ad un mondo che è una scoperta, dietro ogni angolo ed ogni collina: fiori, uccelli, sabbia, erba, sole… Anche i sogni sono una scoperta, così come i piccoli uomini. L’avventura della conquista del mondo con tutte le emozioni che porta con sé. Il testo è stampato chiaramente, le immagini calamitano lo sguardo e ci si può perdere (o prendere fiato), in silenzio, tra un pagina e l’altra.

William Steig, Irene la coraggiosa, Rizzoli

Ho parlato già delle nuove edizioni di Steig riproposte da Rizzoli: Shrek, Amos e Boris, Dottor de Soto, L’isola schifosa. Le storie hanno un andamento regolare e una lunghezza gestibile dai primi lettori a cui si associano belle e grandi immagini. Le trame non sono semplici: sono lineari, ma dense di implicazioni e di pensieri per nulla scontati e soprattutto divertenti e sopra le righe senza mai essere inopportune! Mi mancava solo di parlare di Irene la coraggiosa (che purtroppo troverete solo in biblioteca!): una ragazza tenace, ricca di inventiva, capace di tirarsi fuori dalla neve e dai guai con una leggiadria determinata come l’acciaio. E sa pure ballare 🙂

TESTI DI NARRATIVA 

Marjorie Weinman Sharmat – Marc Simont, Il Grande Nate e la falsa pista, Il barbagianni

Che Nate mi avesse conquistato ve ne avevo già parlato! Beh ecco è uscita una avventura nuova di zecca in cui Nate si troverà a fronteggiare addirittura una falsa pista. Gialli intriganti, ma a prova di piccoli lettori! Investigazioni argute e acute che scovano intrighi dentro l’orizzonte del proprio quartiere e che vengono risolti grazie agli amici della porta accanto.

Collana Nino e Taddeo, Terredimezzo

Di Nino e Taddeo vi ho parlato qualche mese fa e quindi non mi dilungo! In ogni caso vi ricordo che sono delle letture commoventi e belle sull’amicizia e che fanno anche morir dal ridere, il che non guasta mai!

Daniele Movarelli – Umberto Mischi, 008 Missione vacanze, Biancoenero

Immaginate una missione di quelle impossibili, con messaggi che si autodistruggono, scivoli a tornanti, messaggi cifrati… eppure il nostro protagonista stava “solo” pensando di partire per le vacanze! Il finale vi strapperà certamente una risata. Per bambini patiti di misteri e agenti segreti.

Angelo Mozzillo – Umberto Mischi, Giacomino già che sei in piedi, Biancoenero

Avete in mente quando i vostri genitori non perdono l’occasione per chiedervi dei favori ogni volta che vi intercettano per casa? “Visto che sei in piedi…” Una storia divertente che racconta come si possa scatenare una protesta impensabile contro questa prassi e quali siano le conseguenze esilaranti. Una storia da ridere.

Davide Calì – Alice Piaggio, La supergita dei supereroi, Biancoenero

Se siete appassionati dei supereroi di Calì, non potete perdervi l’ultimo episodio dell’allegra combriccola di vecchietti: questa volta vorrebbero proprio fare una gita!

In ogni caso la collana Minizoom raccoglie storie per tutti i gusti, anche se l’impronta ironica, allegra e spensierata rimane una costante! Un occhio allo sport, agli aspiranti scrittori e anche al pugilato tra le mie storie preferite.

Soledad Bravi, Viva la vita, Gabì!, Babalibri

Una bambina e la sua famiglia, le vacanze insieme e tante piccole cose che fanno la felicità anche se sembrano trascurabili e senza valore. Eppure sono le piccole cose, le scoperte, i girini, i gatti da accarezzare che rendono la vita, una vita felice.

Clémentine Mélois – Rudy Spiessert, Cara Bertilla…al centro della terra, Babalibri

Se foste appassionate di geologia e voleste raggiungere il centro della Terra, cosa dovreste fare? Dovreste contattare la più importante avventuriera del mondo per farvi accompagnare! Un piccolo racconto epistolare che racconta della coraggiosa e determinata Bertilla e del suo progetto di festeggiare il suo compleanno proprio al centro della Terra. Lo scambio di lettere è una piccola complicazione testuale che potrebbe dover essere spiegata.

La collana SuperBaba sceglie un piccolo formato tascabile e leggero, font chiari e ariosi che favoriscono la lettura.

Guia Risari – Simona Mulazzani, Se fossi un uccellino, La spiga

La poesia ha un andamento sintetico, ma non per questo semplice. Scegliere di soffermarsi sulle parole e sulle sonorità al posto di preferire la quantità di testo è una scelta spesso vincente. Guia Risari immagina di essere un uccello e attraverso le stupende illustrazioni di Simona Mulazzani ci accompagna in un pensiero vasto e profondo.

Lilith Moscon – Ilaria Falorsi, Il piccolo regno nel bosco, La spiga

Le amanti delle principesse potranno scatenarsi in una questa storia ricca di vestiti, per tutte le stagioni, letteralmente. La piccola principessa Gea è alle prese con i cambi di stagione e i nani devono starle dietro!

La collana La Spiga conta moltissime piccole storie in minuscolo per tutti i gusti se volete acquistarle, vi consiglio di rivolgervi alle mie amiche di Lalulalà che fanno piccoli pack a sorpresa anche per i primi lettori.

 

FUMETTI

Henri Meunier – Nathalie Choux, I supereroi del bosco contro il ladro di nocciole, Terredimezzo

Gli amanti dei supereroi e i bambini intimoriti dai “muri di testo” dei libri di narrativa potranno trovare un’ottima proposta in questo fumetto molto semplice, con il font in minuscolo, sempre chiaramente stampato su sfondo bianco. Un racconto basato esclusivamente sui dialoghi (non ci sono didascalie!) che racconta di due amici, capaci di trasformarsi in supereroi pronti a difendere i deboli dai soprusi e dalle ingiustizie. In questa avventura un terribile cattivo ha deciso di rubare tutte le scorte di nocciole del bosco. Aiutati dagli esperti conigli scavatori l’esito della missione è quasi scontato!

Per chi ha bisogno di fare un passo indietro…

Collana Gli Sbaglianò, Fatatrac

La premessa è che non è assolutamente semplice costruire testi di narrativa orientati a rafforzare le indecisioni ortografiche. Nel migliore dei casi troviamo testi che infilano parole una dietro l’altra, perdendo il senso della storia. Janna Carioli, invece, fa davvero un egregio lavoro per la collana Sbaglianò, costruendo storie piacevoli, non prevedibili e varie per tono e stile (varietà amplificata dalla scelta di diversi illustratori per le diverse storie), inserendo con sistematicità e coerenza alcuni punti ortografici difficili da memorizzare. I testi non sono mai forzati, eppure le parole complesse ritornano con assidua regolarità. Queste storie possono essere una proposta interessante per i bambini che hanno bisogno di soffermarsi su alcune debolezze della scrittura: vedere la parola scritta correttamente (nel testo sono evidenziate con il colore) aiuta infatti la memorizzazione.

Per chi è pronto per un passo in avanti…

Ci sono sempre alunni brillanti che andrebbero valorizzati e spronati. La Collanina di Edizioni corsare propone testi interessanti, stampati con chiarezza e ben spaziati per le prime letture di una certa lunghezza (ideali per i 7 e 8 anni). Storia funambola in particolare mi ha colpito perché racconta dell’immaginazione che il gioco scatena, dell’immersione e del coinvolgimento che il gioco innesca. Raccontare la storia diventa parte del gioco: per Stella è così. Ed eccola catapultata con i suoi giocattoli in un’avventura tanto imprevedibile quanto strampalata, perché così sono i personaggi da cui è circondata. La dimensione quotidiana indaga le infinite possibilità della fantasia e mi ha ricordato tanto le costruzioni narrative dei bambini “grandi e piccoli”. Il testo può essere goduto lentamente, capitolo per capitolo. Le immagini supportano con costanza, ma in modo meno invadente, lasciando che i lettori possano cimentarsi con le parole.

 

Commenti
3 Febbraio 2021
I supereroi del bosco contro il ladro di nocciole – Rassegna stampa – Terre di Mezzo

[…] Scaffale Basso, 1 febbraio 2021 […]

3 Febbraio 2021
Nino & Taddeo e la torta di lombrichi – Rassegna stampa – Terre di Mezzo

[…] 13 novembre 2020Scaffale Basso, 27 novembre 2020Scaffale Basso, 1 febbraio […]

3 Febbraio 2021
Nino & Taddeo dipingono la primavera – Rassegna stampa – Terre di Mezzo

[…] letture di biblioragazzi, 3 luglio 2020Scaffale Basso, 27 novembre 2020Scaffale Basso, 1 febbraio […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *