Quanto vi mancano le maestre della scuola materna? Se avete figli che la frequentano e siete fortunati, vi mancheranno moltissimo. Sì sì, mancheranno molto anche a voi genitori, oltre che naturalmente ai vostri bambini, infatti la maestra della scuola dell’infanzia è una figura a cui è chiesta, oltre che una grande professionalità, un grandissima umanità per accogliere e accudire bambini molto piccoli. Noi ne abbiamo incontrate e ne incontriamo di eccezionali ed è per questo che in questi giorni di reclusione forzata ci mancano e pensiamo a loro, impazienti di reincontrarle.

Per celebrare le loro innate capacità e strapparvi anche qualche sorriso e qualche risata vi consiglio di non perdervi Desperado. Un western di Ole Könnecke. Si perché in barba ai cactus, al cavallo rampante e all’aitante cowboy della copertina, io non riesco ad immaginare un libro più bello sull’amore per le maestre! Vi spiego.

Roy è un perfetto cowboy, con cappello, bandana al collo e lazo, un cowboy che va all’asilo in sella al suo fidato destriero Desperado.

«Mamma e papà restano alla fattoria, hanno molto da fare laggiù»

L’asilo, poi, è uno spasso: «ci sono bambini con cui giocare, si fa merenda con i biscotti e il succo di frutta e poi la maestra è molto, molto simpatica. Si chiama Heidi». 

E in effetti il prato circondato da canyon e diligenze è proprio un luogo delizioso, proprio come la maestra Heidi. Un giorno però Roy arriva in ritardo all’asilo e indovinate un po’: trova l’altalena rotta, i suoi compagni tremanti di paura e soprattutto NIENTE  biscotti, NIENTE succo e NIENTE Heidi!

«Molto semplice. Barbanera, il capo dei bamditi, vuole sposare Heidi», così ha pensato bene di rapirla insieme ai suoi scagnozzi, ma Roy non è tipo da farsi intimorire da così poco e saltato in sella a Desperado si mette subito sulle sue tracce, sotto gli occhi attoniti dei suoi compagni. Desperado, a cui è dedicato il titolo di questo splendido albo, è un cavallo dalle mille risorse: segue le tracce, si inerpica per montagne dalla pendenza 99,9%, si accuccia… addirittura scava tunnel sotterranei… Insomma seguendo le tracce di biscotti e succo i nostri eroi arrivano alla baracca in cui i banditi tengono prigioniera la nostra Heidi e con ingegno appronteranno un piano - che vi farà morir dal ridere - e riusciranno a liberarla, facendola in barba a Barbanera.

«I tre amici fanno ritorno a casa. I bambini saranno così felici di riabbracciare la maestra»

Il testo ha tutti gli ingredienti di un grande western, ma anche tutti i pensieri e la voce di un bambino di 3 anni (l’amore incondizionato per la propria maestra, l’ingegno fantasioso e l’ardire spavaldo) e li mischia insieme felicemente con rispetto e ironia. Il testo è semplice e coinvolgente anche grazie alle frequenti domande che rivolge direttamente al lettore e alla focalizzazione sul protagonista.

I grandi disegni distesi nelle pagine di un bel formato spazioso e i pochi colori, fanno venir voglia di colorare (e colorate, senza paura!). 

Nel complesso lo trovo un gioiellino su un tema molto caro ai bambini (quello dei cowboy) declinato in una storia avventurosa e divertente, ma anche molto familiare e quotidiana

Un inno spiritoso all’amore per le maestre che non vedono l'ora di farsi salvare dai loro (innamorati) bambini!

Desperado Ole Könnecke - Chiara Belliti (traduttrice) 34 pagine Anno 2020 Prezzo 15,00€ ISBN 9788874590698 Editore Beisler
Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.