Abbiamo già parlato di cani e del nostro Neve, ma la grande novità è che da un mesetto è giunto a casa nostra un altro cane: Patatina (questo il nome affibbiatogli da Saverio). È un cane ideale: non sporca, non bisogna portarlo fuori e soprattutto, a differenza di Neve, si diverte a giocare con Saverio. Ha solo qualche difetto ama mordicchiare le babbucce, mangia biscotti di continuo e indossa certi cappelli di lana a fantasia psichedelica.

Ma vorrei raccontarvi come è arrivato a casa nostra.

Io ero ancora alla ricerca di un libro che potesse raccontare a Saverio cosa significa avere un cane, che gli spiegasse in quale mondo vive Neve: cosa vede, cosa desidera, di cosa ha bisogno etc.

Nella mia ricerca online mi imbatto nel Il libro cane di Lorenzo Clerici e mi dico «il pelosetto in copertina è simpatico, farà il suo dovere a modo». Ma chi se lo aspettava? Quando il libretto arriva a casa mi accorgo che niente era più distante dalle mie aspettative.

Sulla scia di Un libro di Hervé Tullet, infatti, ll libro cane non vuole raccontare qualcosa, ma vuole essere vissuto. Non solo, io credo che il rapporto con il libretto, in questo caso, si arricchisca di un elemento davvero significativo: il legame affettivo che vuole instaurare con il proprio lettore.

Il cagnolino in questione infatti non solo richiede grattatine, carezze, vuole che si giochi con lui (e torna una pallina rossa…), ma ha subito preteso che Saverio gli desse un nome: Patatina appunto.

Ma ancora non è tutto. Sebbene infatti sia solo proposto come spunto, sulla quarta di copertina («Giochiamo con il Libro cane. Spunti e idee su minibombo.it»), scaricare le personalizzazioni presenti sul minisito è fondamentale e imprescindibilmente legato allo spirito del testo. Noi abbiamo stampato tutto, colorato e appiccicato - salvataggio in un pomeriggio piovoso! - e così davvero Patatina è entrato a far parte del nostro zoo di famiglia: Saverio ha lottato per mettergli le scarpe in bocca e non ai piedi e la nuvoletta è diventata subito una puzzetta :)

Il nostro Patatina così non è uguale a nessun altro sulla terra e Saverio sa che il libretto è solo suo, la mamma se vorrà dovrà comprarsene un altro.

La lettura del testo poi è davvero spassosa: di pagina in pagina ci si chiede come Patatina reagirà alle nostre azioni. Saverio ride di continuo, anche perché Patatina è davvero simpatico.

Le immagini sono semplici, su uno sfondo bianco che permette le azioni, ma anche le personalizzazioni. Patatina poi ha degli occhietti davvero espressivi, forse le orecchie sono un po’ smorte o forse Neve le usa diversamente.

I testi a sinistra sono chiari e spassosi: bella l’idea dei suoni da riprodurre del cane («grunf, ronf, ronf») che attivano anche la voce del bambino, funzionale l’idea di mettere in rosso carminio le indicazioni attive («scuotilo un po’»), superflua invece l’indicazione «volta la pagina», che appare alcune volte e un distoglie un poco dall’immedesimazione: credo che tutti dopo la prima pagina abbiano capito come funziona! Simpatici anche i risguardi che all’inizio vedono tutti gli oggetti integri e alla fine distrutti: Saverio lo ha notato, ha notato, naturalmente, la cacca e ha riso ancora per un bel po’.

L’unico dispiacere è che mi è sembrato troppo corto, ma forse solo perché con Saverio ci divertiamo talmente tanto che vorremmo far fare a Patatina mille cose: portarlo fuori, dargli da mangiare, fargli il bagno… cose da cani, insomma!

A riguardo del minisito direi solo che il primo gioco con il test Sei un tipo da libro cane è superfluo (chi lo ha comprato è come se avesse già risposto!), forse sarebbe stato meglio metterlo in quarta di copertina, per selezionare i possibili acquirenti, anzi se qualcuno non lo ha ancora, vada a verificare la compatibilità con il libro sempre qui.

Quindi se il vostro pargolo volesse un cagnolino o anche un gatto (perché c’è anche Il libro Gatto), potete prendere tempo e comprargli un libretto-cane.

Il libro cane

Lorenzo Clerici
32 pagine
Anno: 2013

Prezzo: 9,90 €
ISBN: 9788898177028

Minibombo editore
Anobii

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.