In questo periodo, unico nel suo genere, gli italiani si sono dedicati (anche) alla cucina. Panificatori, pasticceri, grandi chef, amanti dei prodotti freschi... difficile che un italiano si tiri indietro, quando c’è da mettere le mani in cucina o sedersi a tavola. 

Tutta questa premessa per dire che Il grande debutto di Eva Francescutto e Alberto Lot è senza dubbio un libro geniale e capirete presto perché! 

Il libro si basa interamente su un fraintendimento voluto e incoraggiato e attraverso un climax ascendente che si scioglie su un finale geniale. Purtroppo per potervene parlare dovrò svelare alcuni dettagli, ma confido che la sorpresa dei bambini a cui lo regalerete rimarrà intatta e genuina.

La copertina nera con un fascio di luce gialla fendente fa immediatamente pensare al teatro e, anche se ai bambini potrebbe sfuggire il significato di “debutto”, i lettori si metteranno nella prospettiva di assistere ad una rappresentazione. E in effetti, le pagine che seguono sono completamente immerse nel buio che immaginiamo regni dietro il sipario: pagine nere animate solo da testi scritti in diversi colori, uno per ciascuno degli attori che parlano.

La storia dunque è una storia “di parole” una storia da ascoltare, mentre il nero assoluto regna nei meandri del teatro e del libro.

«Forza, prepariamoci: tra poco si va in scena!»

«Di già? Ma io non sono ancora pronta!»

«Fai in fretta allora! A breve saremo sotto i riflettori…»

«Noi arrossiamo al solo pensiero!»

Nulla riesce ad allontanare i lettori dalla prima impressione: gli attori parlano concitati dell’emozione, dell’andare in scena sotto i riflettori... Le parole sono frettolose, si percepisce l’emozione, l’attesa, la paura del pubblico…

Cosa andremo a vedere? Che tipo di spettacolo ci si parerà davanti? 

Insomma gli ascoltatori sono tutti tesi al dopo, tesi a capire cosa scorgeranno finalmente quando il nero scomparirà dalle pagine.

Il fatto è che questa tensione vertiginosa quasi non ci fa ascoltare le parole degli attori, che in realtà regalano molti e divertentissimi indizi per capire il tipo di rappresentazione che ci aspetta, ma potrete goderveli alla seconda e alla terza e alla quarta lettura.

Pagina dopo pagina, il nero comincia a starci stretto, poi finalmente:

«… Si va in scena!»

E a questo punto ecco davanti a noi… l’interno di un frigo!!!

Decine di occhietti curiosi e sorrisetti compiaciuti scrutano il lettore che finalmente capisce e ride!

Uova, banane, ciuffetti di prezzemolo, cipolle, sardine, pomodori, finocchi, formaggio…

Tornando in dietro - come vi anticipavo - potrete godere di tutte le battute che i diversi personaggi hanno pronunciato nel buio del frigo chiuso:

«Adesso basta mi fate venire il latte alle ginocchia» pronuncia… la bottiglia di latte.

«… E poi sarei io quello acido» pronuncia… il limone.

Rileggendo potrete apprezzare alcuni dettagli come il fatto che i testi sono posizionati nella pagina esattamente dove si trovano i diversi personaggi, o come la scelta dei colori dei testi che richiama la figura (giallo per il limone, grigio per le sardine…).

L’ambientazione quotidiana fa sì che anche i bambini più piccoli (dai 3 anni) possano apprezzarne la lettura e capirlo (magari alla seconda lettura) con facilità.

Insomma un libro geniale e divertente che vi stupirà alla prima lettura, ma che innescherà una maratona di letture successive, perché vorrete leggerlo a tutti, forti della vostra scoperta.

Una lettura spassosa per le letture animate, ideale per le rappresentazioni casalinghe e anche semplicemente per ridere un po’, di gusto.

Ancora una volta i Minibombo riescono a farci ridere grazie alla forza dell'immaginazione che cambia il modo solito di guardare le solite cose! Bravi.

Il grande debutto Eva Francescutto - Alberto Lot Anno 2020 Prezzo 11,90 € ISBN 9788898177554 Editore Minibombo
Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.