Dopo anni trascorsi a proporre sempre i soliti ben riusciti wimmelbuch della tradizione tedesca oggi vi propongo un volume degno di questo genere, uscito qualche anno fa per i tipi di Pulce: Camping.

Camping di Eilika Mühlenberg è un libro senza parole che racconta di una vacanza in campeggio, in riva ad un lago e anima le pagine grazie a tutte le persone che si trovano a condividere quello spazio, abitandolo ognuno secondo la propria indole.

C’è la familgia di pirati che monta senza grandi capacità la propria “canadese” in mezzo all’erba, c’è la coppia di innamorati nel camper, il pinguino fuori contesto, ci sono i nonni con i nipoti, c’è la famiglia con i fiori alla finestra e i “montatori specialisti” che hanno ancorato le loro tende nei posti più panoramici, e poi c’è un nano da giardino vivissimo, uno scoiattolo timido, un germano reale molto simpatico…

La storia ci racconta del tempo che trascorre mollemente tra un bagno nel lago e il vento caldo che spazza la riva sabbiosa e gioca tra quelli che sembrano pini silvestri. C’è l’aria calda, il caldo, la crema solare, i giochi dei bambini sulla riva e poi i bagni nel lago fino al sopraggiungere di una nuvola nera che - come capita d’estate - in pochi istanti cambia radicalmente l’ambientazione.

Le pagine brulicanti, come ogni buon wimmelbuch che si rispetti, sono intrise di decine di piccole storie curiose e divertenti: c’è il germano reale che prende il sole con molta eleganza disponendo ordinatamente le proprie ciabatte vicino all’asciugamano, c’è lo gnomo che adora scavare ma non solo, c’è poi l’appassionato di tartarughe che trascorrerà tutta la vacanza godendo della compagnia del suo curioso animale da compagnia, ci sono i cigni che rimarranno infartuati di un gigantesco cigno-pedalò… Poi tra tutte le storie c’è il protagonista principale - ma chissà poi se è il protagonista principale (!) - che è un gonfiabile a forma di coccodrillo che proprio quando la sirena si accende, richiamando tutti ad uscire dal lago per l’avvento del temporale, in seguito a una folata birichina prende il volo.

Da quell’istante, se tutti gli altri vacanzieri saranno impegnati a ripararsi all’interno del camping, a ritirare i panni stesi, a chiudere le finestre…, la famiglia a cui appartiene il gonfiabile inizierà invece una ricerca vorticosa per acchiappare e non lasciarsi sfuggire il preziosissimo coccodrillo.

Il protagonista plastico, sorridente e placido nel suo verde pisello, sorride e si gode la vacanza insperata lontano dall’acqua, in mezzo al cielo: sotto si svolge tutta la vicenda umana su cui il coccodrillo sembra sorvolare con leggerezza e quasi con superiorità. 

Le pagine, sebbene meno folte di dettagli rispetto ad antecedenti noti come i wimmelbuch della Berner, intrecciano in modo sempre significativo trame semplici ma significative e compiute. Tutti i personaggi sono significanti, le storie di tutti hanno uno svolgimento.

Il fatto che il vento giochi con il leggerissimo coccodrillo ci permette di spaziare e allontanarci dal lago, sorvolare il parco giochi e poi il campo da golf e poi ancora i bagni comuni dove adocchieremo alcune persone che, in modo molto naturale, sono ritratte nella loro nudità e poi fino ai confini del camping dove c’è un bar a disposizione di tutti gli avventori.

Quando poi scende la sera, questa avventura che in parte ha riunito e unito i campeggiatori, che si sono trovati sotto lo stesso cielo e sotto lo stesso coccodrillo, si compone in una festa conviviale che riassume quello spirito di serena pace ed inaspettata felicità che l’estate è capace di regalare.

Liquide le illustrazioni con uno stile schietto e piano ma curioso e ricco.

Un libro sull’estate e per l’estate, da guardare, riguardare e raccontarsi per rivivere quei momenti forse rari, ma sicuramente graditi, in cui la condivisione di uno spazio ci regala quelli che chiamiamo gli amori e le amicizie estive.

Camping Eilika Mühlenberg 24 pagine Anno 2020 Prezzo 12,90€ ISBN 9788832186611 Editore Pulce
Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.