È davvero costruito minuziosamente in ogni particolare Alla mia altezza di Barbara Ferraro e Silvia Molteni, un libro perfetto per i bambini dai 12 ai 24 mesi.

In generale è molto complesso trovare dei libri che si rivolgano a bambini così piccoli con capacità e pertinenza; spesso non ci si sofferma a riflettere sulle competenze e sulle abilità dei bambini e si preferisce interpretare personalmente i loro interessi, sorvolando sul fatto che i bambini piccoli hanno una limitata capacità di interpretare il mondo e, quindi, di vederlo .

Barbara Ferraro, invece, mostra di saper guardare con acutezza e lealtà “ai” bambini e “con gli occhi dei” bambini, allontanandosi dal punto di vista adulto per arrivare “all’altezza” del bambino. Due punti mi sembrano fondamentali in questo sguardo del bambino sul mondo: la sorpresa di fronte ad ogni “nuovo”oggetto e un egocentrismo che immagina che il mondo sia fatto per sé.

Tutte le cose, tutti gli oggetti, ma anche gli esseri viventi che circondano il bambino - in questa fase precoce della vita - sono concepiti come fatti “per” e riferiti al bambino stesso: questa sottile e pure evidentissima intuizione trova riflesso in un testo semplicissimo dove al sintagma nominale l’autrice fa seguire delle subordinate finali o che sottintendono un obbligo (“da evitare”) e che sottolineano esattamente questo modo di vedere il mondo.

«un pennarello da mordicchiare […] una pantofola per inciampare […] un libro da leccare»

A questo si intreccia una visione non convenzionale e non prevedibile della finalità e della finalizzazione di ciascun oggetto: questo crea stupore nell’adulto - di solito abituato a libri “normativi” che insegnano a usare bene le cose -, ma crea un profondo legame con il bambino che si rivedrà all’opera.

Un bambino non sa per che cosa sono fatti i pennarelli, perché dunque non dovrebbero essere oggetti da mordicchiare? Certo il gatto è affascinante, ed essendo lì per me cos’altro non è, se non una coda da tirare? 

«un gatto per tirare la coda»

Questa galleria quotidiana di piccole scoperte e conquiste permetterà ai bambini di rivedersi e di riconoscersi, elemento che è forse la fonte maggior soddisfazione a questa età.

A questo si aggiungono delle illustrazioni molto belle di Silvia Molteni che, da una parte, sceglie un soggetto umano, ritratto fedelmente, nei gesti e negli atteggiamenti, permettendo un’esatta immedesimazione dei lettori, dall’altro inserisce, nella descrizione illustrativa dell’interazione con il mondo, un elemento di magia che trasfigura le solite cose e che ci dà un suggerimento su come i bambini possano vedere, con i loro occhi, le cose che li circondano.

Come non immaginare che, dentro una borsa come quella della mamma, possa trovare rifugio l’universo intero? 

«una borsa da rovesciare»

Ma questo libro non ha finito le sue sorprese, perché esattamente nell’ultima pagina anche tutto ciò che avevamo letto, pensando di aver compreso, viene sbaragliato da un piccolo dettaglio che è l’inserzione di un verbo principale e di un soggetto che ribaltano la categoria grammaticale di tutti nomi precedentemente letti.

Mi spiego. Un pennarello da mordicchiare, una pantofola per inciampare, un libro da leccare … ogni lettore adulto avrà certamente interpretato questi sintagmi come delle semplici etichette descrittive dell’illustrazione (soggetti) senza prevedere la presenza di un verbo che leghi tutte queste scene, invece nell’ultima pagina troviamo: «… nella mia casa un giorno ho trovato».

Questo finale molto semplice in realtà ribalta la posizione esterna che probabilmente l’adulto aveva preso nella lettura al bambino, poiché tutti quei brevi sintagmi non sono soggetti della narrazione, ma complementi oggetto, cioè elementi narrativi e testuali subalterni a un verbo reggente centrale che alla fine ribadisce, con un pizzico di sorpresa, che la voce narrante non era nient’altro che quella del bambino stesso.

Finalmente un libro che non insegna a non alitare sulla finestra, a non strisciare per terra, a non ciucciare i cuscini… ma ci descrive quello che succede ad un’altezza diversa!

P.S: unica attenzione da avere è alle pagine, perché, essendo in carta non plastificata, se affidate alle manine inesperte dei bambini possono risultare delicate.

Alla mia altezza Barbara Ferraro - Silvia Molteni 32 pagine Anno 2022 Prezzo 16,00€ ISBN 9788899136635 Editore Edizioni Corsare
Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.