Ieri sono andata ad un concerto: sono stata con mio marito ad ascoltare l’Orchestra Verdi. Il programma prevedeva Wagner e Beethoven: beh è stato magico, coinvolgente, siamo usciti davvero su di giri e non vedendo l’ora di tornare o di andare alla Scala, magari quest’inverno o magari quando saremo in pensione o quando le giornate saranno di 50 ore :)

Stamattina stavo appunto riflettendo sul programma di Opera e balletto alla Scala quand’ecco vedo l’Aida e mi viene in mente che qualche tempo fa, proprio per l’opera di Verdi, comprai un libretto.

Ma devo fare un premessa.

La mia nonna paterna era napoletana, le piaceva cantare e ascoltava le opere drammatiche alla radio e alla televisione: ricordo ancora una Turandot che guardavamo da un vecchio vhs. Non so se mia mamma o mio papà abbiano una spiccata passione per le opere e il balletto, ma d’altra parte hanno sempre creduto nel valore educativo della musica. Io e i miei fratelli, infatti, abbiamo tutti frequentato una scuola ad indirizzo musicale e abbiamo imparato a suonare uno strumento (anche se io adesso non saprei più neanche da che parte incominciare… sigh sigh), ma ancora prima, abbiamo passato ore su questi bellissimi libri-con-audiocassetta che compongono una parte della collana del Beccogiallo, edita da Mursia.

L’idea alla base di questi libri è raccontare la storia delle opere e dei balletti più famosi, o nel caso di sinfonie, associarne una che sia in qualche modo capace di tradurre in parole le emozioni e le descrizioni che la musica racconta. La narrazione si alterna a brani musicali – nell’audiocassetta – e ad illustrazioni colorate – nel testo – e i due momenti si illuminano vicendevolmente. Ricordo ancora che la prima volta che andai alla Scala, ancora undicenne, riuscii a seguire lo Schiaccianoci di Tchaikovsky appassionandomi nel riconoscere i personaggi e gli episodi del balletto che tante volte avevo ascoltato con mia sorella a casa. I libri poi sono molto belli, profumati (!!!) e, sebbene io ricordi di averli più ascoltati che letti, le illustrazioni di Raffaella Zardoni sono davvero espressive e allegre: e poi come non innamorarsi del bel Giannetto della Gazza ladra di Rossini?

Oggi questa collana non si trova se non raramente – tuttavia la Mursia ce l’ha nel catalogo 2013 – e il problema principale è che bisogna avere un mangianastri per potersi godere le diverse storie, dal momento che il libro prevede, in allegato, la cassetta (argh!!).

Superati questi scogli, se qualcuno si imbattesse in qualche volume e avesse dei bambini tra i 5 e i 10 anni, consiglio di farsi e fargli (al proprio figlio) questo regalo. Io per ora mi godo i miei 8 volumi nel mio mangianastri Fisher Price che sembra reggere ad ogni urto della storia e dei bambini che ne usufruiscono.

Ma dei libri del Beccogiallo ne riparleremo meglio… arriviamo invece al mio acquisto.

Alla ricerca di prodotti simili, dal momento che avevamo preso due biglietti per l’Aida e che mio marito non ne sapeva praticamente niente, ho scovato Una sera prima della prima. L’opera Aida e la vita di un grande teatro raccontate ai ragazzi. Il libro non è male, ma non è completamente riuscito, a mio parere. In questo caso il cd allegato racconta la storia alternandola a brani cantati, estratti dall’opera: fin qui tutto ok. Il punto che non mi ha del tutto persuaso è stata la narrazione indiretta: la vicenda racconta di due piccioni che vanno al teatro e la storia di Aida è raccontata un po’ a spizzichi e bocconi e alla fine maaahhhh, non so, non credo che si riuscirebbe a riassumere la vicenda. La parte finale del libro infine è dedicata alla storia della Scala e a ciò che ruota intorno ad un teatro, anche se, a mio parere, sarebbe stata meglio in un volume indipendente. Mi sono piaciute invece le illustrazioni “a pastello” di Giovanni Manna.

Concludendo: il libro è una bella scusa per comprarsi un biglietto per la Scala, ma è migliorabile sotto molti punti di vista.

Una sera prima della prima. L’opera Aida e la vita di un grande teatro raccontate ai ragazzi.

Giovanni Manna

58 pagine
Prezzo: 13,00 €

Anno: 2007

ISBN: 9788845143618
Fabbri Editori

Anobii

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *