Image
Top
Menu
13 novembre 2018

Rifammi tu degna di te, poesia che mi guardi

Santa Teresina di Lisieux scriveva, nel suo Diario di un’anima, che al rosario preferiva dire una sola Ave Maria, pronunciandola lentamente e pensando con verità ad ogni parola.

Mi è venuto in mente questo suo pensiero mentre mi immergevo nella lettura della nuova collana poetica di Carthusia “Magnifici versi”. I volumi – per adesso ne sono usciti solo due – di grande formato e resi ricchi dalle illustrazioni di Sonia Maria Luce Possentini custodiscono una sola poesia: una trentina di pagine per pochi versi.

L’effetto è intenso, soprattutto per l’interpretazione dell’illustratrice che non segue il testo con il fine di chiarire o spiegare le parole poetiche, Sonia Maria Luce Possentini (ci) legge le poesie: possiamo seguirne la voce attraverso le immagini, le pause a cui costringe il testo, il tono con cui sussurra i versi e contemporaneamente siamo assorbiti da un mondo “altro”, ineffabile, ingiustificabile in fondo, incomprensibile… la poesia.

Il primo libro è dedicato ad una composizione di Emily Dickinson, Angeli, da cui il volume prende il nome.

«Sola, non posso essere».

I versi sono distillati: in ogni doppia pagina solo poche parole, un verso appunto e intorno un universo. Non segue un filo narrativo, l’illustratrice, non ha la preoccupazione di insegnare, si percepisce invece come si sia appropriata di ogni singola parola: non c’è un dettaglio casuale, non c’è ombra che sia insignificante e quando la tavola sembra legata incomprensibilmente al testo è lì che il lettore è chiamato a fermarsi e a pronunciare lentamente le parole, soppesandone il significato. Le parentesi, in cui la parola scompare per lasciare spazio a le sole immagini, chiedono al lettore un’ulteriore immedesimazione. Il ritmo si ferma, tratteniamo il respiro, guardiamo in silenzio.

Il secondo volume si intitola, invece, Preghiera alla poesia da un testo della poetessa italiana Antonia Pozzi.

È affascinante notare come anche illustrativamente questa poesia sia diversa dalla prima. Sonia Maria Possentini non ci dà tregua in questo caso: nessuna pausa, i versi dolenti e dorati di Antonia Pozzi ci prendono per mano in una corsa affannata eppure incantata tra spazi naturali.

«Poesia, mi confesso con te

che sei la mia voce profonda: tu lo sai, 

tu  lo sai che ho tradito, 

ho camminato sul prato d’oro che fu il mio cuore

…».

Se nel primo caso le immagini enigmatiche restituivano la complessità simbolica di un testo a prima vista piano, in questo caso il mistero è custodito nelle parole e trova la vita nelle illustrazioni naturali e realistiche che con pertinenza si rifanno all’immaginario della poetessa milanese.

Ciò che ci regala Sonia Maria Luce Possentini, attraverso le parole potenti di due poetesse “intere”, è un’esperienza empatica della poesia: entriamo nelle parole, anche grazie ai testi scritti in prima persona, e arriviamo ad esperirne il senso attraverso le immagini.

Una collana davvero interessante, un lavoro encomiabile che trovo riduttivo pensare rivolto al solo pubblico adulto: la poesia e la letteratura sono un viaggio nello sconosciuto, nello sconosciuto che è anche l’altro.

Doniamo l’occasione di questa scoperta a tutti (dai 6 anni).

Angeli
Emily Dickinson – Sonia Maria Luce Possentini – Paola Loreto e Fabia Tolomei (traduttori)

32 pagine
Anno: 2017

Prezzo: 17,90 €
ISBN: 9788869450587

Carthusia editore
Compralo da Radice Labirinto: se non sai come fare clicca qui che ti spiego.

Preghiera alla poesia
Antonia Pozzi – Sonia Maria Luce Possentini

28 pagine
Anno: 2018

Prezzo: 17,90 €
ISBN: 9788869450747

Carthusia editore
Compralo da Radice Labirinto: se non sai come fare clicca qui che ti spiego.

Lascia un commento