Image
Top
Menu
22 dicembre 2017

Strenne natalizie: giorno 20

Tra i libri da trovare sotto l’albero non poteva mancare, nel nostro calendario delle strenne natalizie, un libro di poesia e, tra le nuove uscite, il libro perfetto che vi consiglio è Haiku. Poesie per quattro stagioni, più una.

«Marco stava appoggiato al parapetto di lacca scarlatta che guardava un piccolo stagno quasi interamente coperto di ninfee. Aprì il libro che teneva in mano ma in quel momento dalla proda muschiosa del laghetto qualcosa si mosse e Marco vide una piccolissima rana brillante di smeraldo tuffarsi nell’acqua. Attese un momento poi aprì il libro… e come un miracolo i suoi occhi caddero immediatamente sulla seguente poesia:

“Nel vecchio stagno

una rana si tuffa.

Il rumore dell’acqua”

Era tutto, ma per Marco fu uno dei momenti più stralunati e alti della sua vita, momenti che solo il Giappone creava». Elena Dal Pra sceglie questo episodio da L’eleganza è frigida  di Goffredo Parise, per spiegare cosa siano gli haiku (in Haiku, Mondadori) e io la trovo una scelta davvero calzante. Gli haiku sono così, lontani dalla metrica e dalle forme a cui siamo abituati in Italia, ha una struttura esclusivamente basata sulle sillabe 5-7-5 e uno spirito sintetico che mira a far cogliere ai lettori la fugace eppure onnipresente bellezza del mondo.

Quando si leggono gli haiku si diventa inevitabilmente compositori di haiku, perché si viene immediatamente contagiati dal desiderio di incominciare a guardarsi intorno. A differenza di altri generi poetici, che affascinano per l’universalità dell’esperienza che narrano, gli haiku appartengono all’occhio di chi li crea e Silvia Geroldi in questo percorso attraverso 40 componimenti, attraverso 40 istantanee della sua vita che percorrono idealmente un anno (molto calzante la struttura-contenitore che evita la dispersione che questo tipo di poesia può creare), ci racconta di sé e del suo modo di vedere il mondo.

«Salto le foglie

ma solo quelle gialle.

cioè quasi tutte».

Bisogna staccarsi dall’idea della musicalità, abbandonarla per lasciare spazio alla vista, in questo le tavole di Serena Viola risultano perfette: lungi dal voler essere esaustive, colgono l’attimo, i colori, le sensazioni, il diffondersi delle impressioni fugaci. L’imperfezione, le tecniche miste, i colori e le linee sporcate… sono immagini che appaiono in un attimo e scompaiono: piccoli miracoli quotidiani, da scorgere nell’attimo fugace in cui sono. La scansione temporale è fluida, le stagioni si susseguono e ci si accorge solo per caso che il tempo è cambiato:

«Così fiorita

la poltrona è un giardino

il mio rifugio».

Un libro di poesia che è l’invito ad un’esperienza, un dono vero da offrire a tutti i ragazzi dai 6 anni in su!

Haiku. Poesie per quattro stagioni, più una
Silvia GeroldiSerena Viola 

98 pagine
Anno: 2017

Prezzo: 14,50 €
ISBN: 9788878745803

Lapis editore
Compralo da Radice Labirinto: se non sai come fare clicca qui che ti spiego.

 

Comments

  1. Libro stupendo! Grazie e Buone 2018 🙂

Lascia un commento