Image
Top
Menu
6 novembre 2018

I come io, nome d’ogni bambino»

Si presenta al pubblico italiano, pur essendo una piccola casa editrice svizzera, il gruppo di Marameo con un libro assai ben fatto dal titolo A come…, un alfabeto illustrato che si accompagna a 26 filastrocche (ci sono anche le lettere straniere) scritte da Roberto Piumini e che parla di un’idea di infanzia molto chiara: siamo di fronte ad un bambino che si diverte!

Il cuore di questo libro sono le parole – come sembra anche accennare l’illustratrice nei risguardi – ed infatti i testi giocano con le parole, combinandole, scombinandole, raccontando, elencando…

L’impostazione del libro richiama quella dei vecchi abbecedari: la lettera ben scritta in maiuscolo e minuscolo corsivo troneggia sulla pagina, seguita da un collegamento ad una parola («A a come albero», «B b come banana», «C c come casa»…), seguita a sua volta da una filastrocca vergata in bella grafia; sulla destra una grande pagina che, su un colore piatto e intenso, disegna uno dei protagonisti citati.

La peculiarità delle filastrocche è l’intrecciarsi di parole che incominciano con la medesima lettera in un gioco che oltre alla rima si basa su assonanze e ripetizioni. La rima corre, zoppica, rotola, si alterna, si bacia, poi sparisce… le allitterazioni ingarbugliano la lingua, le paronomasie fanno sorridere, gli elenchi folli si accavallano, piccole storie vengono narrate e associazioni impensabili si creano in poche righe… a predominare, come dicevo, è il gioco.

Avete in mente quelle cantilene che in ricreazione, a scuola, si ripetevano, battendo le mani e riproducendo complicate coreografie con i compagni? Lo spirito divertito e divertente torna in queste rime che, senza il ricatto della perfezione metrica, a volte dà la precedenza al senso, a volte al ritmo, a volte al metro. Le parole si accostano per affinità formali (incominciano con la stessa lettera), ma quelle che creano sono immagini suggestive e brevi narrazioni curiose.

«E come Elena, 

la superbella.

E come elica, 

che girafrulla.

E come essere, 

l’erba e l’eco, 

che parla a te.

E come e»

«F come fazzoletto, 

favola, fiore, fiato, 

furbissimo furetto, 

festa, foresta e fato»

«I come impossibile, 

oppure incredibile, 

o ieri, inverno, inchino.

E poi i come io, 

nome d’ogni bambino»

«R come rana, renna

restare, rivoltare,

ma non soltanto verbi:

Renzo raccoglie rapido, 

ridendo, rose rare».

La narrazione si presta maggiormente ad essere apprezzata dai bambini in età scolare che possono gioire dell’irragionevolezza degli accostamenti e nello stesso tempo delle affinità linguistiche. È una esortazione all’esercizio del gioco con la lingua e contemporaneamente un lavoro di immaginazione. Bisogna slegarsi dalla pretesa di perfezione metrica e lasciarsi coinvolgere dalla dimensione ludica.

Il lessico è semplice, ma non disdegna neologismi e parole ricercate.

La gentilezza del tratto di Paloma Canonica rende fresco e brioso il volume: una bambina ci accompagna lettera dopo lettera, godendosi avventure che metaforicamente solo le parole sanno donare. I grandi soggetti riprodotti sono riconoscibili, ma ritratti con originalità e compitezza. Davvero apprezzabile la sequenza cromatica che dà un ritmo anche visivo al volume.

Una raccolta di parole che giocano e invitano a giocare con l’alfabeto e quindi con la lingua e quindi con la letteratura: siete pronti?

A come…
Roberto PiuminiPaloma Canonica

56 pagine
Anno: 2018

Prezzo: 20,00 €
ISBN: 9788890982903

Marameo editore

Lascia un commento