Image
Top
Menu
16 dicembre 2018

Strenne 2018. Giorno 16

Ho sempre desiderato avere un elefante come animale da compagnia – complice forse Sendak e il suo venditore di elefanti – e mio marito, forse in accordo con quel desiderio d’infanzia o forse semplicemente perché sa riconoscere le cose belle, mi ha regalato The elephant hotel. Un libro così bello, divertente, pieno di quella gioia genuina che lascia felici quando si gira l’ultima pagina che farà venire voglia a chiunque di andare a caccia di venditori ambulanti di elefanti per poter visitare The Grand Tusk.

L’hotel Grand Tusk è infatti un rinomato ritrovo a 5 stelle per elefanti: «Welcome to the Grand Tusk, the most famous elephant hotel in the world».

La cortesia in effetti non manca, il facchino recupererà tutti i vostri bagagli all’ingresso, Ollie ed Ellie, i proprietari, faranno gli onori di casa e non si scandalizzeranno neanche troppo se per caso… «Oh! Please excuse the mess». Potrete chiedere qualsiasi cosa e sarete serviti, cene succulente vi aspettano (anche se un po’ confusionarie!), balli, gelati, palme-birilli, equitazione (!)…

«There’s something for everyone here at the Grand Tusk».

E soprattutto non dimenticate il costume da bagno, la piscina pare sia il pezzo forte.

L’esercizio di mettersi nei panni di qualcun altro, un elefante, e divertirsi ad ideare un posto confortevole a sua misura è un lavoro di immaginazione così interessante che sembra raccontare come tutto sia possibile e reale per chi è capace di non farsi fermare dai vincoli del possibile.

La storia non è niente più che questo, declinata attraverso un testo gentile e compìto che mette al centro il servizio dell’ospite, che grazie all’interlocutorio “tu”, coincide felicemente con il lettore stesso.

Lo stile dell’artista inglese, Nicolas Burrows, è perfetto: i suoi collage sbozzati e infantili rendono perfettamente la goffaggine dei pachidermi. Tutto è grande e i personaggi faticano ad essere contenuti dalle pagine, suscitando una ilarità che non è derisoria ma solo e puramente divertente! La gentilezza che percorre le tavole serpeggia tra i dettagli delicati che troverete accostati ai grandi volumi: i fiorellini di benvenuto, i cappellini da festa, i coni gelato a due palline, i papillon, i topini, i piccoli sgabelli nelle camere e le cuffie per la piscina. 

Un albo incantevole che fa sorridere e fa ridere (vogliamo parlare della cacca lasciata nella hall?!), un luogo meraviglioso in cui rifugiarsi nelle giornate grigie d’inverno.

Un libro per tutti dai 3 anni in su.

«Thanks for your visit, see you next time!» non vi viene voglia di ricominciare immediatamente a risfogliare il libro?

P.S. guardate qui l’autore al lavoro!

The elephant hotel
Nicolas Burrows

44 pagine
Anno: 2018

Prezzo: 12,00 £
ISBN: 9780993522727

Nous Vous editore