Image
Top
Menu
21 febbraio 2018

Sognare il circo

Il circo ha il fascino inconsapevole dell’infanzia per cui gli esercizi svolti dagli animali sembrano meraviglie esotiche di un mondo lontano e gli acrobati appaiono come superuomini dai poteri sovrannaturali e dal coraggio leggendario. Il mondo del circo è animato da regole che sembrano non essere quelle che governano la realtà, è un regno dove il gioco, il riso, le abilità straordinarie, la collaborazione con il mondo animale sono all’ordine del giorno e dove tutto sembra permesso agli audaci. Forse a partire da questo incanto il giovane illustratore olandese, Mattias De Leeuw, firma La notte del circo, un silentbook di cui si è letto poco, ma che ha una originalità onirica e festosa davvero particolare.

Tutto incomincia nel frontespizio: un ragazzina scorge, in una pastosa serata stellata, un nero cagnolino su un albero e lo fa entrare dalla finestra.

Girando la prima pagina, ciò che colpisce immediatamente è l’ariosità e lo spazio immenso della cameretta della prima tavola: pochi giocattoli appoggiati mollemente qui e là, abbandonati dopo un gioco interrotto, una luce lunare pervadente e un poster rosso imponente sulla parete, un clown. Tutto è fermo, in attesa. Poi improvvisamente la vicenda si fa frenerica e la tavola di ampio respiro si frantuma in piccoli quadretti che, come in una rapida sequenza fotografica, colgono i movimenti svelti del gioco che nasce improvviso, in una intesa che sembra perfetta, tra la bambina e il cane.

È mezzanotte e mezza ormai e sfinita la bambina si abbandona ad un sonno placido. Il cane, invece, come un folletto della notte, esce facendo ritorno al suo mondo: un circo che arriva in città. Sarà un soprassalto, un rumore, ma nel mezzo della notte la piccina si sveglia: e il cane dov’è? Sparito, ma tra cerchi, palline, tamburi, leoni, elefanti, palle e marionette il gioco richiama nella mente e nel cuore l’amico sparito. Il sonno ripiomba inesorabile sulla bambina, ma ecco che il il poster con il clown si anima, la parete si sfonda, la soglia è varcata. il clown gigante e la bambina corrono nella notte (echi lontani di giganti gentili), al circo. Il cappello a cono si fa veste, la pista l’attende… La bambina dunque diventa protagonista dello spettacolo circense, prima giocoliere, poi acrobata, poi addomesticatrice di elefanti… è lei al centro della pista e l’amico clown la guarda, felice e pago di stare ai margini. Quelli che erano semplici giocattoli abbandonati, quasi invisibili prendono vita nel grande, strabiliante gioco del circo. La notte trascorre e al sorgere del sole, bisogna correre, come in ogni fiaba, verso casa.

Il risveglio lascia il ricordo caldo di un sogno, forse. Solo un sogno?

Le illustrazioni fluide e filiformi di Mattias De Leeuw si intonano particolarmente al mondo giocoso e malinconico del circo. Lo stile pittorico crea un ambiente che tende ad includere – sotto il tendone, sotto le stelle, dentro la camera… – il lettore nella storia, con movimenti circolari e figure tagliate a vivo che evocano uno spazio ben più ampio della pagina. Le linee verticali del tendone del circo spingono lo sguardo in alto verso il cielo che si rivela, poi forse, il vero tendone sotto il cui manto si celebra la magia del circo. Ben strutturato il ritmo, che rallenta e accelera irregolarmente seguendo quasi il respiro dei protagonisti e degli artisti, congestionati e poi stanchi per lo sforzo.

Il dialogo iniziale tra bambina e il cane è inevitabilmente muto, e l’ambientazione notturna dilata la sensazione che il libro sia semplicemente silenzioso e non “senza parole” (non sono necessarie od opportune parole nell’abbrivio della vicenda!), quando poi interviene sulla scena il pagliaccio il dialogo si realizza nei gesti attenti e soprattutto negli sguardi che, come linee, invisibili disegnano le parole dei protagonisti.

Un silentbook ricco di spunti e suggestioni e che aspira a travalicare le pagine cartacee grazie al poster del clown che trovate allegato: ma il cappello? Lo indossa?

Pronti a sognare il circo?

Dai 4 anni.

La notte del circo
Mattias De Leeuw

48 pagine
Anno: 2017

Prezzo: 15,00 €
ISBN: 9788876093685

Sinnos editore
Compralo da Radice Labirinto: se non sai come fare clicca qui che ti spiego.

Comments

  1. Bellissimo silent book sul circo in cui da sempre si mescolano sogno e realtà. Grazie come sempre 🙂

    • Grazie a te di essere passata ancora di qui!

Lascia un commento