La premessa è che il libro di oggi “nasce in collaborazione con il Comune di Cotignola nel ravennate, dove si svolge un piccolo festival sul visivo "Saluti da Cotygnork” [che si sta svolgendo in questi giorni ndr.] organizzato dal Museo Civico Luigi Varoli e Scuola Arti e Mestieri». Quando riflettevo su questo punto di partenza temevo una caduta verticale verso il grottesco o quanto meno prevedevo una di quelle opere incompiute, a metà strada dal voler raccontare una storia e doverne raccontare un’altra (quella dei committenti), invece La mela mascherata di Martoz, per Canicola bambini, è una delle storie più originali e particolari che abbia letto ultimamente. Il fumetto di Martoz ci catapulta in un mondo che ricorda il teatro dialettale, ma lo fa con una assurdità così moderna, coerente e inaspettata che è capace di incollare i lettori alle pagine (mio figlio e i suoi amici non me l’hanno fatto neanche sfogliare all'inizio), e nello stesso tempo mantiene quel calore da balera e osteria romagnola che ti fa sentire come uno di casa, che su una pancaccia si gusta i tortelloni mentre ascolta cosa è successo in paese.

«Fu un giorno triste per la contea di Cotignork, quello in cui lo spietato brigante detto “il Passatore” avvelenò le acque del fiume Senio facendolo puzzare tantissimo… Il Passatore diede la colpa a Muzio, il conte!». Questo l’incipit.

Con un tratto davvero originale Martoz compone le sue tavole tra vignette tondeggianti, personaggi a metà strada tra marionette e guerrieri stellari, baloon che sconfinano e si sovrappongono, pochi colori inusuali  (giallo, rosa, rosso, arancione, verde, azzurro) e piatti: l’effetto è quello di una allegra confusione. La storia parte, dunque, da un grande misfatto unito ad un tradimento da parte di un cattivo cattivissimo, antagonisti perfetti un gruppo di cow-boy, o meglio cat-boy (perché cavalcano gatti giganteschi), dai più particolari talenti e una ragazza-erborista impertinente (Lucia, «fidanzatina di Muzio»). Al centro del contendere, la sorte di Cotignork, risollevabile solo grazie alla mitica mela mascherata che cucinata da Lucia con sale e pipistrello rappresenta l’unico antidoto per l’orrendo fetore causato dalla nefandezza del Passatore. I dialoghi che ritmano la storia sono avvincenti, fanno morir da ridere e si uniscono con esattezza ai disegni quasi infantili (dico quasi perché le citazioni artistiche, secondo me, non mancano!) ed esagerati di Martoz dove i gesti sono carichi senza essere caricaturali: ci si trova immersi in un mondo folle eppure così coerente, che non lo si vuole più abbandonare. L’avventura si snoda tra cannoni spara tortelli, rullini di fotografie donati per pavoneggiarsi, treni fantasma, fattucchiere stonate ma appassionate di Biancaneve, tappi per le orecchie che si rivelano tappi traduttori, buchi misteriosi e gnomini calapini, maschere rituali senza buchi per gli occhi, cani carlini giganti, storie d’amore… Capite bene che armonizzare tutti questi elementi all’interno di una trama congruente è sfida da pochi. Martoz ci riesce con una leggerezza encomiabile.«“Porca paletta… a terra!” SPLAF AIUTOOOO “Ma che succede?” … FIIIIII “È il fragore dei cannoni spara-tortelli!” SPLAF “Il volo dei tortelli produce un fischio fastidiosissimo” FIIIIIIIIII “Beh, io dico: che spreco. Non si gioca con il cibo. Seguitemi amici!!” GNAM CHOMP CHOMP “Santi numi Ghetti sta divorando i tortelli aprendoci la strada”».

Adesso immaginatevi le risate di un gruppo di 7enni.

Il ritmo è incalzante, tuttavia ogni filo narrativo è tirato con attenzione e svolto accuratamente dall’inizio alla fine. La lingua, a parte qualche inevitabile superlativo entusiasta, è una lingua che, apprezzabilmente, non cede mai alla sciatteria. Nei risguardi iniziali, proprio come in un teatro, ci sono le presentazioni dei personaggi, in quelli finali i riferimenti storici reali che hanno ispirato tutte le diverse figure.

Un fumetto godibilissimo e davvero unico nel suo genere: una nuova collana, quella di Canicola bambini, da tenere davvero d’occhio!

La mela mascherata
Martoz

60 pagine
Anno: 2017

Prezzo: 16,00 €
ISBN: 9788899524142

Canicola editore
Compralo da Radice Labirinto: se non sai come fare clicca qui che ti spiego.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *