Image
Top
Menu
28 giugno 2017

Calendario d’estate: giorno 28

Ciò che mi ha subito incuriosito del secondo volume di PiNO è stato il fatto che Vagabonde aveva l’ambizioso obiettivo di parlare a piccoli esploratori botanici urbani. Marianna Merisi, autrice con cui condivido l’amata Milano, si dedica da anni alla botanica, pur avendo una formazione da architetto e in questo volume per i Piccoli Naturalisti Osservatori ci offre uno sguardo nuovo su tutte le forme di vita vegetali che discretamente e quasi invisibilmente popolano gli scampoli di terra presenti tra sassi, macerie, pavé, binari… Il quaderno riporta le osservazioni circoscritte ad un piccolo appezzamento di terreno scovato dall’autrice proprio a Milano come esempio reale di un catalogo di piante osservate direttamente in un luogo cittadino. Vagabonde poi è il nome che Marianna Merisi attribuisce a queste piante dallo spirito intraprendente capaci di vagare, scappare,  farsi trasportare e impiantarsi in ogni piccolo pertugio che la città offra loro, incuranti del grigiore cittadino: le chiamano spontanee, ma “vagabonde” è un nome splendido.

In 32 pagine si snodano 13 esemplari descritti nel loro aspetto, nelle loro abitudini e nelle loro proprietà medicinali ed erboristiche. I testi offrono dettagli ai piccoli osservatori per poterle riconoscere, ma anche apprezzarle per la loro personalità, l’autrice sembra presentarci 13 amiche, ognuna con un carattere ed un temperamento differente. Aneddoti ed episodi storici si intrecciano rendendo affascinante ogni incontro, senza che questo sia a scapito della scientificità.

Davvero apprezzabile la scelta di un modulo fisso che ricorre identico ogni doppia pagina: a sinistra il testo, più in basso un disegno nitido in bianco e nero, sotto una frase sintetica dove spesso appare il nome popolare della pianta; a sinistra l’illustrazione corredata dal nome latino.

Meno condivisibile, a mio parere, la scelta di una illustrazione monocromatica che sebbene chiaramente giustificata dall’autrice («a stupirmi di più sono state le loro forme intelligenti mirate a scopi ben precisi e i loro comportamenti… Per questa ragione ho deciso di raccontare le coraggiose vagabonde attraverso un solo colore … che aiuti chi legge e osserva a fare grande attenzione alle forme e ai particolari») rende meno immediato il riconoscimento botanico e, in parte, svilisce la meravigliosa gamma cromatica che caratterizza ogni erba, fiore e pianta: tra l’altro se guardate i ritratti dal vivo che l’autrice fa fare nei suoi laboratori ai bambini, capirete quando i colori avrebbero reso stupefacente ogni tavola. Da una parte il grigio urbano è innervato dallo squillante magenta che si insinua come vene nel corpo inerme delle costruzioni umane e davvero si riescono ad apprezzare le strategie di sopravvivenza di questi essere viventi, dall’altra il fascino particolare dell’aspetto di ogni pianta viene annullato.

Non fatevi scappare l’occasione di poter guardare la proprio città con gli occhi stupiti di chi sa riconoscere le forme di vita che la percorrono: amerete ancora di più il luogo in cui abitate!

Un bellissimo volume per bambini cittadini dai 5 anni.

Vagabonde
Marianna Merisi

32 pagine
Anno: 2017

Prezzo: 14,00 €
ISBN: 9788898523627

Topipittori editore
Compralo da Radice Labirinto: se non sai come fare clicca qui che ti spiego.

Lascia un commento