Image
Top
Menu
20 dicembre 2018

Strenne 2018. Giorno 20

Il libro di oggi è dedicato agli innamorati e il tratto è quello di Maria Josè de Telleria al suo secondo libro dedicato agli innamorati. Come un pesce fuor d’acqua racconta di una esperienza comune, come quella dell’intesa tra due spiriti affini, con una semplicità ingenua che conquista.

In un brulicare di figurine deliziose e infantili, un testo brevissimo in prima persona ci parla di una esperienza personale quanto universale. 

«Mi sentivo sempre fuori posto. Disorientato e smarrito, come un pesce fuor d’acqua».

Quello che colpisce è come l’universo dell’illustratrice argentina risulti non artefatto, anzi completamente scevro da enfasi o giudizio. 

Al centro della storia l’unico dialogo, in due battute ed uno sguardo tra una figuretta in bici e il protagonista.

«“Ehi, hai perso il tuo cappello! Ti sta proprio bene!».

Da lì tutto cambia, anzi no.

Il protagonista rimane relegato in alto a sinistra e in fondo i luoghi che attraversa sono gli stessi sereni e amabilissimi spazi di prima, eppure adesso sono in due  sentirsi «fuori tempo e fuori posto». 

«Ci accorgiamo di essere diversi, ma ci piace così».

Ci si sente abbracciati e a casa negli spazi accoglienti che si dispiegano nelle doppie pagine, non c’è retorica, non c’è ostilità e paradossalmente questo amplifica il senso portato dalle parole: l’intesa nata in quell’incontro speciale non è in contrapposizione ad un mondo orribile e rozzo, è speciale perché, pur nell’armonia del mondo, ognuno cerca qualcuno di unico per sé.

Di sé infatti il protagonista non dice di essere “sbagliato”, è la persona «giusta al momento sbagliato»: è come una nota discorde che aspetta il tempo giusto che la conduca perfettamente al suo posto o un tempo sbagliato accordato con lui.

Le figurine deformate sono tutte davvero adorabili, stupite e stupende come se fossero bambini, i gesti e le espressioni segnate appena dalla leggiadria della linea sottile sottile sono tutte da scoprire: i bambini, le madri, gli ombrelli, i cappellini a punta… La bidimensionalità gioca con la tridimensionalità con innocenza e i movimenti leggiadri e felici che animano questo mondo dalle tinte gialle e festose sono incantevoli.

Anche l’uso eclettico del colore, gentilmente appoggiato qua a là, contenuto, indipendente, calcato, sfumato… crea un ambiente equilibrato e piacevole.

Una storia semplicissima, come in fondo sono tutte le storie d’amore vere, la differenza la fa l’encomiabile capacità di saperne parlare senza pomposità, ma con una cortesia che rende adorabili queste pagine.

A tutti gli innamorati, insomma.

Come un pesce fuor d’acqua
Maria José de Telleria 

32 pagine
Anno: 2018

Prezzo: 14,00 €
ISBN: 9788867451050

Kite editore

Lascia un commento