Image
Top
Menu
21 ottobre 2017

Pronti a partire?

«Forse non hai ancora avuto modo di rendertene conto, ma stai tenendo il mondo intero nelle tue mani. Esatto, hai capito bene: questo libro è un biglietto giro-del-mondo che ti porterà a visitare ogni singolo Paese del nostro pianeta».

Il libro dei viaggi, nuovo arrivato nella recente collana Lonely Planet kids, non è né più né meno che quanto potete leggere nell’introduzione che vi ho riportato. Un vero e proprio giro del mondo attraverso ogni singolo stato da quello che misura 0,44 km2 a quello che di km2 ne conta 143.499.861 (entrambi si trovano in Europa!). Attraverso le sue 212 pagine, i lettori potranno immergersi in un viaggio in 203 Paesi, uno per ogni singola pagina.

L’impostazione grafica vuole richiamare i taccuini di viaggio: in alto un box presenta il Paese, i confini, la posizione geografica, la bandiera, indica il numero della popolazione, la superficie e l’aspettativa di vita; più sotto la pagina brulica di foto, illustrazioni e brevi testi aneddotici disposti in modo chiaro, ma apparente casuale. La breve presentazione del Paese in alto è sempre entusiasta e capace di incuriosire e rendere affascinante ogni singolo stato, i testi nella pagina sono ricchissimi di aneddoti, curiosità, annotazioni geografiche, culturali, storiche… Non vi è alcuna finalità didattica né presunzione di esaustività ma i ragazzi dagli 8 anni in su soddisferanno molte curiosità e memorizzeranno infiniti dettagli di un mondo vasto come il nostro.

L’attenta selezione dei testi è davvero interessante e ben strutturata: brevi titoli accattivanti in grassetto precedono testi succinti, ma ben scritti, un disordinato alternarsi di illustrazioni, box grafici e foto movimenta la pagina e permette una lettura a spot, guidata dall’interesse.

Vengono presentati i monumenti principali o le feste più caratteristiche,

«TSECHU Quella conosciuta come tsechu è la festa religiosa più importante del calendario bhutanese. Ogni anno unisce le popolazioni dei più remoti villaggi di montagna presso i monasteri sacri del paese. Maschere colorate e danze rituali, come la gumpa, quella del cappello nero e quella delle divinità spaventose, sono state preservate e onorate per secoli»

si parla di economia

«Si ritiene che l’80% di tutto l’olio essenziale di rosa prodotto nel mondo – ingrediente fondamentale di alcuni dei profumi più pregiati – provenga dalle coltivazioni della Valle delle Rose, in Bulgaria»

ma anche di giochi tipici, di flora, di fauna

«UN PESCE TRASPARENTE! A largo di Mayotte e tra i coralli dell’isola nuota uno dei pesci tropicali più strambi del mondo. Si chiama Macropinna microstoma, ha il corpo completamente nero, enormi occhi telescopici e la testa trasparente!»

Non mancano i racconti di leggende, esempi di piatti tipici,

«PORCELLINI D’INDIA Per molti, i porcellini d’India sono degli animali da compagnia. Per i peruviani, invece, sono un ottimo pasto! Oltre 60 milioni di esemplari vengono consumati ogni anno in questo Paese. E tu riusciresti a mangiarne uno?»

descrizioni dei gruppi etnici e delle loro usanze, così come curiosità intorno a personaggi famosi e misteri archelogici e geologici

«I CORNI DEL SUD AMERICA Le cime di Los Cuernos si innalzano dalle praterie della Patagonia e vengono chiamate ‘i corni del Sud America’. La loro particolare costituzione geologica non si ritrova in nessun’altra montagna del pianeta. La loro storia è avvolta nel mistero».

E poi musica, sport, notazioni linguistiche e moda

«MBUBB Il mbubb, come lo chiamano i wolof, è una tunica di tessuto leggero (e di solito molto colorato) lunga fino al ginocchio, che tiene freschi i senegalesi anche nel caldo terribile del deserto. Insieme al cappello kufi, il mbubb è il capo più tipico dell’abbigliamento tradizionale senegalese».

Non mancano infine piccoli richiami interni di tipo comparativo («In quale altro Paese puoi vedere lo spettacolo di luce naturale più grande al mondo? Vai a pagina 50») e piccoli quiz, risolti subito sotto: «LA LINGUA DEI NOVE Il portoghese non si parla solo in Portogallo. Grazie alla grande espansione raggiunta dal suo impero nel XV secolo, questa è la lingua ufficiale di ben nove nazioni. Sai dire quali?»

I contenuti sono davvero ricchi, vari e sempre molto interessanti, i lettori potranno scoprire le caratteristiche uniche di Paesi di cui probabilmente non hanno mai sentito parlare o semplicemente perdersi nelle foto mozzafiato di meraviglie dell’altro mondo (molto apprezzabile la selezione fotografica e la sua risoluzione!). L’originalità aneddotica è tale per cui state certi che le notizie più strambe si fermeranno indelebilmente nella memoria dei giovani lettori (ad esempio che Mozart nelle sue lettere parlava di … cacca). Va dato merito anche all’illustratrice Maggie Li di essere riuscita ad accompagnare testi e foto con illustrazioni descrittive ma anche ironiche e armonizzando figure, foto e testo in modo molto naturale.

Saverio, 8 anni tra 2 mesi, si è perso in questo libro per giorni. Il gioco che lo sta molto impegnando ultimamente è risalire alle classifiche dei Pesi più o meno popolati, a quelli più o meno estesi etc. Voi preparatevi da una serie infinita di interlocuzioni di questo tipo: «Mamma lo sapevi…».

Un buon volume davvero che conferma la volontà del marchio di parlare ai ragazzi in modo accattivante del viaggio e del mondo e di riuscire a farlo!

Il libro dei viaggi.
Malcolm Croft – Maggie Li – Claudia Valentini (traduttrice)

212 pagine
Anno: 2017

Prezzo: 25,00 €
ISBN: 9788859239314

Edt editore
Compralo da Radice Labirinto: se non sai come fare clicca qui che ti spiego.

Lascia un commento