Era l’ultimo pomeriggio cinese per noi e, a zonzo per il quartiere artistico di Pechino, mi sono imbattuta in una piccola, deliziosa quadrilogia di libri sugli ecosistemi e la biodiversità (Il mio piccolo bosco, Il mio piccolo oceano, Il mio piccolo giardino, La mia piccola giungla) che mi ha molto incuriosita: i libri erano incellophanati (come moltissimi libri in Cina), così ho “dovuto” comprarli a scatola chiusa, senza poterli sfogliare, in fondo DOVEVO comprare dei ricordi cinesi per il mio secondogenito.

Quando con calma ho potuto guardarli, ho scoperto che l’autrice e illustratrice è una giovane tedesca - niente souvenir cinese, dunque - ma che i libri sono davvero perfetti per il mio 2enne - meno male!

A metà strada tra il libro narrativo, l’immaginario e il libro scientifico questi libretti cartonati sono splendidi per parlare ai bambini più piccoli dei diversi ecosistemi. La struttura è la medesima per ogni volumetto: in apertura un piccolo gruppo di animali che si presenta e un quadro dello spazio, nelle pagine successive in modo molto semplice ma accurato l’autrice di volta in volta ritrae diversi quadri autosufficienti, alternando fauna e flora, vedute paesaggistiche a ritratti e scenette di gioco degli animali.

Non è una volontà scientifica esaustiva che guida l’autrice, quanto piuttosto una mossa meravigliata che sceglie di tratteggiare alcuni aspetti della biodiversità: ad esempio non c’è la preoccupazione di descrivere o nominare tutti i tipi di funghi, ma pur illustrandone diversi, il testo mira solo a mostrare al bambino che esiste una varietà naturale, lasciando al bambino la scoperta e la riflessione sull’immagine. Gli scorci “scientifici” sono però mediati dalla presenza di animali che interagiscono e vivono lo spazio analizzato: sul fungo c’è uno scoiattolo, nella tavola con le diverse varietà di foglie ci sono un tasso e una volpe che giocano.

Nel testo che accompagna le immagini alcuni passaggi accennano a piccole storie: gli animali interagiscono tra di loro, si nutrono, fanno amicizia, giocano assieme… l’uso della prima persona plurale (noi), poi, amplifica questo effetto narrativo coinvolgendo il lettore/ascoltatore. Altre tavole, infine, sono invece organizzate come veri e propri cataloghi (immaginari) con diverse piante o animali semplicemente accostati e nominati su sfondo neutro.

I colori tenui, i volumi tondeggianti e una rappresentazione semplificata, ma accurata dei soggetti donano a questi libretti un carattere piacevole e allegro che invoglia alla lettura e incuriosisce i più piccoli con argomenti più o meno inusuali.

Davvero una collana preziosa che potete comprare in lingua francese, spagnola o tedesca (anche cinese, in verità!), per bambini curiosi a partire dai 2 anni.

Il mio piccolo bosco, Il mio piccolo oceano, Il mio piccolo giardino, La mia piccola giungla
Katrin Wiehle

16 pagine
Anno: 2015-2016

Prezzo: 7,50 € (ciascuno)

Hélium editore
Compralo da Radice Labirinto: se non sai come fare clicca qui che ti spiego.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *