Image
Top
Menu
21 ottobre 2016

Dormi!! (versione adatta ai “minori”)

Ci sono bambini che partono con il loro razzo per il mondo dei sogni e ci sono bambini che, ad un certo punto, vorresti mettere su un razzo e lanciarli nell’iperspazio per avere qualche ora di meritato riposo. Parlarne con loro, soprattutto se hanno poche settimane, è questione assai spinosa perché di solito tutti i loro argomenti sono riassumibili in decisi lamenti e urli perforanti, parlarne con parenti-amici-pediatri è assolutamente escluso, dato che probabilmente il massimo che otterrete sarà un gigantesco e lampeggiante senso di colpa. Jory John, argutissimo autore, insieme a Benji Davies provano a parlarne con ironia raccontando di due amici, un orso e una papera, in Buonanotte!

Come avrete notato anche il punto esclamativo del titolo incoraggia caldamente al riposo e appena girata la pagina in effetti sarete empaticamente coinvolti dall’immagine, a destra, di un orso talmente sfatto e con occhiaie talmente segnate che vorrete solo accompagnarlo velocemente presso il suo materasso: «Non sono mai stato così stanco. Dormirei per settimane. Anzi, mesi». Solo a questo punto volgerete lo sguardo a sinistra, dove nella prima pagina senza testo noterete una paperella che sta leggendo un libro inquietante: 101 modi per stare svegli. La storia svolta immediatamente verso l’orrore.

Come in una televisiva intervista doppia, le doppie pagine, distinte da significativi colori di sfondo, riportano i pensieri pronunciati a voce alta dei due protagonisti:

«Non sono mai stata così sveglia. Chissà cosa fa Orso»

«Non vedo l’ora di dormire. 3, 2, 1…oh, sì…».

L’incontro scontro è inevitabile, il fastidioso amico della porta accanto decide infatti di vedere cosa sta facendo il suo amico orso a notte fonda. «Che c’è, Anatra? Dormivo così bene!» «Mi annoio! Facciamo qualcosa?».

L’assoluta mancanza di scrupoli, di tatto e di attenzione è disarmante, tanto che Orso come ogni genitore rassegnato, con la sua vestaglietta fiorata, asseconda il molestatore per qualche minuto. Quando poi tutte le opzioni proposte sono state scartate (film, carte, frappé, lettura…), Anatra si avvia alla porta e Orso riesce a ricoricarsi e a riprendere sonno. È esattamente in quel momento preciso in cui avrete ripreso il filo del sonno perduto che, come in ogni racconto del terrore, un rumore di piedini o una testa alla finestra («Pssst! Orso! Sono Anatra! La tua vicina!»), vi renderanno certi di essere solo all’inizio di una lunga battaglia. Probabilmente potrete immaginarlo: la lista delle opzioni proposte dallo sveglissimo pennuto si moltiplicano e sempre più strenua si fa l’opposizione dello sfinito plantigrado. Quando il vaso è colmo e Anatra rassegnata se ne torna a casa, cadendo addormentata per lo sfinimento (a cui ha sottoposto Orso!), il colpo di scena… che vi lascio immaginare.

Il testo, tutto in discorso diretto, si presta ottimamente alla lettura ad alta voce (anche la differenza di font guida i diversi toni delle voci), le tavole prive di testo aiutano il ritmo narrativo a tendersi, permettendo agli ascoltatori di preparare la risate. La vicenda infatti è molto divertente e così palesemente surreale (o reale) da regalare sorrisi e commenti di tutti i bambini che naturalmente non si sentono minimamente chiamati in causa, nemmeno se i loro genitori ronfano alle loro spalle dopo una notte in bianco…

Benji Davies sfodera il suo stile più ironico e spiritoso: i volumi quasi piatti, i pattern decorativi, i colori accesi, i gesti caricati (che esortano alla lettura animata, suggerendo le pose), le espressioni marcate.

Il tutto concorre a regalare un testo divertente, da leggere non prima di dormire (!), ma per ridere magari insieme ad un bambino che odia dormire, cercando con leggerezza di fargli capire il motivo di quesi segni neri sotto gli occhi di sua madre!

P.S. Benji dedica il libro a sua moglie Nina e alla sua insonnia ispiratrice, per cui rasserenatevi genitori insonni, anche le coppie prive di figli possono farvi compagnia!

Buonanotte!
Jory JohnBenji Davies – Laura Bertoluzzi (traduttrice)

32 pagine
Anno: 2016

Prezzo: 13,50 €
ISBN: 9788869660993

Il castoro editore
Compralo da Radice Labirinto: se non sai come fare clicca qui che ti spiego.

Lascia un commento