Image
Top
Menu
19 marzo 2019

#aspettandoBologna Gaia Stella

Gaia Stella

Gaia Stella

Gaia Stella è un’artista milanese che conosco da tempo e che amo moltissimo. Il suo stile geometrico, modulare, essenziale eppure gentile e comunicativo, quasi schivo, lo trovo particolarmente accordato al mio sentire. Mi ha conquistato con i suoi biscotti con la marmellata e da allora non l’ho più mollata!

In questi giorni sono in uscita in Francia molti suoi lavori interessanti, tra cui vi segnalo quello a quattro mani con Anna Castagnoli e Le Grand Orchestre, dal quale sono tratte le illustrazioni selezionate a Bologna.

Quest’anno infatti è stata nuovamente selezionata per la mostra degli illustratori a Bologna, per cui le facciamo un grosso in bocca al lupo!

In attesa di vedere alla Bologna Children’s Book Fair le sue tavole esposte alla mostra degli illustratori, ecco cosa ha risposto alle nostre domande. Grazie!

Stella Gaia

Stella Gaia

1) Cosa significa per te illustrare?

Per me significa raccontare e immaginare.

Un’idea, un concetto, una situazione, un frangente.

2) In che modo lavori?

Dal punto di vista progettuale ogni immagine inizia da foglio bianco e matita.

Arrivata al bozzetto, lo scansiono e coloro in digitale.

3) Che cosa ami del tuo lavoro?

Due cose mi vengono in mente.

La prima è che illustrare porta inevitabilmente a creare qualcosa che prima non esisteva.

Mi ha sempre affascinato vedere qualcosa che prende forma e essere io a poter decidere di cosa si tratti.

E poi amo le occasioni che crea di conoscere persone diverse, e di conseguenza di dialogare e rapportarmi con menti, pensieri, contesti e abitudini diverse.

Lascia un commento