Image
Top
Menu
21 giugno 2017

Calendario d’estate: giorno 21

Abbiamo più volte parlato della passione dei bambini intorno ai 2 anni per i libri brulicanti, entro cui muoversi, cercare e perdersi, immaginando storie. Florie Saint-Val con Benvenuti a Toc-Toc ci regala un libro particolarissimo, di uno stile infantile e originale, colorato e così convincente nella sua apparente assurdità. Billy-Bobby, un cagnetto azzurro dalle orecchie arancioni, ci accoglie nella sua città affollata di figurine colorate: lo seguiremo in giro in un sabato denso di appuntamenti e cose da fare. Il testo scritto in prima persona, isolato in alto nella tavola, dà una sommaria descrizione dello spazio che riempie la doppia pagina. Billy-Bobby esce di casa e il quartiere, privo di profondità e proporzioni, si mostra nel suo affollato assieparsi di case, strade automobili, terrazzi: ogni finestra, ogni pertugio è animato da una figura, umana o antropomorfa, all’opera. Sembra una città aliena per i colori strampalati e i personaggi a volte immaginari, eppure si riconosce una gerarchia e una disposizione profondamente infantile e coerente: le automobili un po’ salsicciose scorrono veloci sopra il nastro della strada (io le disegnavo esattamente così!), i letti, le sedie e i tavoli non sono altro che rettangoli bidimensionali accostati perpendicolarmente, le braccia si allungano a mo’ di serpenti se devono raggiungere, ad esempio, un annaffiatoio.

«In città ci si può spostare con la metropolitana aerea, in macchina, in bicicletta, con il taxi e anche con l’aereo. Buongiorno signor Porcelletti! Per fare prima, io prendo l’autobus numero 123, che passa alle 8 e 33, puntualissimo. Sono seduto proprio dietro alla Signora Ponpon, che poi è la mia maestra». A partire da questo testo gli spunti di ricerca, come è facile prevedere, sono innumerevoli. Innanzitutto dov’è Billy-Bobby? E la metropolitana aerea qual è? Il signor Porcelletti chi sarà mai? Ai bambini sono dati dei suggerimenti, ma non c’è una richiesta precisa che guidi l’avanzare della storia: ognuno può cercare quel che più gli interessa e lasciarsi guidare dal dettaglio che colpisce in quel momento la sua attenzione. Dal traffico passiamo al parco e poi al museo, in piscina, tra i negozi e i tavolini infiniti del bar, la biblioteca, una festa di amici e poi ristorante cinema fino a notte tarda.

La linea tondeggiante e la palette di colori vitaminici molto uniforme dell’autrice francese rendono le tavole omogenee e le ricerche per nulla scontate, nel risguardo finale la presentazione di alcuni personaggi rilancia il gioco: avete seguito la giornata di Billy-Bob, ma l’agente Croco cosa ha fatto? E la Signora Elastica?

Il viaggio circolare e rassicurante di questo cagnetto bambino apre, come ogni wimmelbuch, la possibilità di storie infinite da rintracciare e raccontare. La veste inusuale ricorda i disegni dei bambini favorisce l’ingresso in un mondo di fantasia eppure riconoscibile e quotidiano grazie alla contestualizzazione del testo. La mamma e il papà, salutati all’inizio e alla fine, contengono il mondo di avventure e viaggi del loro figlio.

Un invito ad immaginare, a raccontare e, perché no, a prendere pennarelli e a disegnare (così è successo a casa nostra!) che non potrà non entusiasmare i vostri piccini!

Benvenuti a Toc
Florie Saint-Val – Federico Appel (traduttore)

40 pagine
Anno: 2017

Prezzo: 13,00 €
ISBN: 9788876093487

Sinnos editore
Compralo da Radice Labirinto: se non sai come fare clicca qui che ti spiego.

 

Lascia un commento