Image
Top
Menu
21 giugno 2013

Pazzesco!

Avrei potuto pilotare la reazione di Saverio, avrei potuto mettergli in bocca parole mie eppure questa è stata la sua reazione: «Mamma, ma è un libro pazzesco!».

Prosciutto e uova verdi di Dr. Seuss è un libro classico della letteratura per l’infanzia e io ne avevo sentito parlare di rimbalzo in molti blog (anche se le descrizioni si limitavano, più o meno, a sottolineare come i classici siano classici per un motivo: cioè?!), fino a che, ritrovandolo nella lista stilata da Mem Fox dei migliori libri da leggere ai propri bambini, mi ero decisa a metterlo nella mia wish-list. Un viaggio a Modena e gli sconti Giunti in libreria sono stati l’occasione per portarselo a casa.

Il primo impatto non è stato molto positivo: la colorazione dei disegni ridotta ed eccentrica, le illustrazioni un po’ vecchia scuola e un po’ “Alice nel paese delle meraviglie” mi hanno proprio fatto chiedere quale fosse il pregio attribuitogli. Dopo la prima lettura, sebbene sempre poco persuasa, capisco che essenzialmente le ragioni devono risiedere nel testo (effettivamente cruciali per la filosofia di Mem Fox!): ritmico, ripetitivo, ma anche brillante, anche se la traduzione di Anna Sarfatti, geniale nella maggior parte dei casi, rallenta in alcune pagine (ma dovrei leggere l’originale!). Non sono rimasta comunque convinta al 100%, però lo regaliamo a Saverio con una dedica da mamma e papà. La prima reazione del pargolo allo sfogliare il libretto è stata, come ho già detto, la definizione di pazzesco, così giustificata: “Mamma, ma questo cavalca un cane! È pazzesco!”. Poi lo leggiamo insieme ed inizio a capire. Innanzitutto capisco che bisogna fare le voci per i due personaggi (possibilmente il petulante Ferdi deve averne una acuta e fastidiosa) e poi noto che il ritmo della storia segue il ritmo del testo: le immagini sono dinamiche (costanti le scie di movimento), invitano ai gesti (“qua o là?”), chiedono che si giri pagina. In quest’ottica il libro diventa un’esperienza di lettura davvero coinvolgente: si legge d’un fiato e si ricomincia. I testi si memorizzano immediatamente tanto che Saverio alla terza lettura già completava i versi-testi e anche se i disegni non lo esaltano, ride indicando il topino o il treno.

Il successo di Prosciutto e uova verdi è quindi giustificato dall’ottimo dosaggio di testi e immagini e, sebbene forse non proprio moderno, il libro piace ai bambini moderni e anche alle mamme, se sorpassano la prima diffidenza.

Prosciutto e uova verdi
64 pagine
Anno: prima edizione 1960, ma ristampa Giunti 2008

Prezzo: 5,90 €
ISBN: 9788809062641

Giunti junior editore
Anobii

Lascia un commento