Image
Top
Menu
5 aprile 2018

L’uomo nero o il Grotlyn

Aprile 2018: Il Grotlyn è arrivato in Italia!!!

____________________________________

Benji Davies è sotto i riflettori in questi giorni perché è appena arrivato in Italia il seguito tanto atteso del suo primo libro La balena della tempesta in inverno, nel resto del mondo però si sta festeggiando l’uscita tanto sospirata del suo terzo libro Il Grotlyn. Vi sembrerà strano perché Benji Davies è un nome che non ci ha mai abbandonato, infatti in questi mesi ha illustrato molte storie di altri autori, ma erano anni che aspettavamo un libro di cui fosse anche autore e finalmente è arrivato!

Il Grotlyn non poteva uscire in un momento migliore perché è una storia di paura, paura del Grotlyn spauracchio dalle tinte scure che, probabilmente in Italia si chiamerebbe Uomo nero. Ambientato in una Inghilterra che ricorda quella di Oliwer Twist, in una notte nera e scura, rischiarata solo dai bagliori opalescenti della luna piena e dei lampioni. Tra casette di mattoni, comignoli fumanti e panni stesi, un baffuto suonatore ambulante e la sua scimmietta intrattengono gli avventori (un bambino, una bambina e un poliziotto) per le fredde e umide strade lastricate del quartiere: «I know when the Grotlyn’s been / Slipping through your houese unseen … / But what at first we think to be, / The eye does blindly make us see» «Io so quando il Grotlyn di soppiatto / si è intrufolato in casa tua quatto quatto… / Ma non sempre ciò che abbiamo immaginato / è quel che l’occhio ha davvero guardato!». La bambina è la prima a raggiungere casa e tra ombre proiettate dal lume a olio e scale di legno scricchiolanti, tutta sola raggiunge la povera camera spoglia e il suo letto di ferro.

«When nearby in the shadowed gloom, / Something scuttled through her room».

«E d’improvviso un fruscio, forse una danza, /  C’era qualcosa nell’ombra nera della stanza».

Attraverso una narrazione a rime baciate, viviamo la paura e il panico che si insinua serpeggiante nella cameretta della bambina: «Sarà solo un topo, solo un topo!», ma il rumore nel comignolo?! E il lume? Scomparso!

«Across the rooftops peppered black, / She hoped it wasn’t coming back».

«Qualcosa saltellava tra i comignoli affumicati, / Rubi sperò che quei passi non sarebbero tornati».

Il bimbetto di strada invece non si dirige a casa, ma a lavorare: deve occuparsi dell’attacchinaggio di cartelloni pubblicitari, ma un soffio gelato, sfuggente lo distrae:

«“Gawd’elp us, what on earth was that?!” / He hoped that it was just a cat».

«“Santinumi! Che accidenti d’impatto!” / Sperò che fosse solo un gatto».

Le voci sul Grotlyn si rincorrono nella mente dei bambini e nelle orecchie dei lettori e naturalmente la paura non fa altro che ingigantirsi. Manca solo il poliziotto che coperto solo dalle sue lunghe mutande di flanella si appresta a stendere il bucato in cortile, prima di andare a dormire… e in un attimo è l’intero cesto con i panni a sparire: «It disappeared into the night / Back to the shadows – out of sight!», «Correva lento e goffo Vickers nelle strade in penombra. / Del ladro presto non si vide più nemmeno l’ombra!».

Nulla sappiamo del Grotlyn, eppure i furti non sembrano casuali: «As if thing was planning … making… / Building Something – not just taking», «Tutte quelle cose dovevano servire a un piano / non erano state prese solo perché a portata di mano».

È attraverso ombre e trasparenze che intravediamo e intuiamo qualcosa, basta poi voltare pagina ed ecco la soluzione stupefacente di questo mistero pauroso: chi l’avrebbe mai detto?

Benji Davies stupisce nuovamente per capacità che ha di giocare con la luce: con una ambientazione cittadina e cupa, che i toni di viola e grigio rendono intima e affascinante, catapulta i suoi lettori in uno spazio molto ben caratterizzato. Il colore rosso, come un filo attraversa le tavole, donando quell’accento cromatico necessario, gli scorci e i tempi illustrativi sono perfetti per mantenere il pathos e le rime ritmano con giocosità l’avanzare della trama. La narrazione è originale, divertente e il colpo finale davvero inaspettato eppure totalmente plausibile scioglie con serenità una storia di paura per tutti i bambini dai 4 anni in su.

Una storia splendida!

Dovrete aspettare forse un anno per vederlo in Italia, per cui valutate bene il da farsi 😉 Io nel dubbio, l’ho preso subito!

Il Grotlyn
Benji Davies – Anselmo Roveda (traduttore)

26 pagine
Anno: 2018

Prezzo: 15,00 €
ISBN: 9788859246701

Il Giralangolo
Compralo da Radice Labirinto: se non sai come fare clicca qui che ti spiego.

The Grotlyn
Benji Davies

32 pagine
Anno: 2017

Prezzo: 7,50 €
ISBN: 9780008212759

Harper Collins Children’s Books editore
Compralo da Radice Labirinto: se non sai come fare clicca qui che ti spiego.

Lascia un commento