Beatrix Potter, Il mondo di Beatrix Potter, Sperling&Kupfer

Beatrix Potter, Il mondo di Beatrix Potter, Sperling&Kupfer

Cosa c’è da sapere su Beatrix Potter che ancora non è stato detto? 

Quest’anno è un anno di celebrazioni, non solo per Roald Dahl, ma anche per Beatrix Potter. È il 150° della sua nascita (nasceva a Londra nel 1866) e quando si attraversa un secolo e mezzo, mantenendo intatto il proprio fascino letterario, qualcosa di speciale deve esserci.

Certamente Beatrix Potter fu una donna singolare per il suo tempo: decidere di disegnare, poi di scrivere, pubblicare, scegliere di mantenersi, occuparsi delle proprie passioni e addossarsi la gestione di estesi possedimenti terrieri non sono certo azioni da tutti, tantomeno da una donna ottocentesca. Ma non fu solo la sua spiccata personalità a travalicare i secoli.

Beatrix Potter, Il mondo di Beatrix Potter, Sperling&Kupfer

Beatrix Potter, Il mondo di Beatrix Potter, Sperling&Kupfer

L’autrice inglese mi ha sempre colpito per la passione e l’amore che aveva per le sue storie e il suo mondo – quello di Peter coniglio, che poi era anche il suo. Non c’è quasi distinzione tra finzione e realtà, Beatrix viveva negli spazi che ritraeva (il Lake District, la Scozia, la campagna inglese), conosceva i personaggi di cui raccontava gli episodi, di ciascuno conosceva il carattere, i pregi e i difetti, aveva visitato la lavanderia della signora Trovatutto e l’emporio di Ginger e Cetriolino, intravedeva tutti i giorni l'abete sotto cui abitavano Peter coniglio e la sua mamma e spesso probabilmente si ritrovava a passeggiare per lo stagno accanto alla casetta umidiccia di Jeremy Pescatore. E questa non è una mia licenza poetica, perché Beatrix Potter scrisse e ritrasse esattamente i luoghi in cui visse e gli animali domestici dei quali si circondò (ricci domestici compresi).

Beatrix Potter, Il mondo di Beatrix Potter, Sperling&Kupfer

Beatrix Potter, Il mondo di Beatrix Potter, Sperling&Kupfer

A Beatrix era sconosciuta la letteratura nata con qualche fine (far leggere i bambini, correggerli…), Beatrix dipingeva e disegnava con la precisione di un naturalista e scriveva per il suo diletto, scriveva e disegnava perché viveva in mondo incantato che voleva raccontare. Testimonianza evidente di questa passione fu il fatto che i suoi personaggi abitarono per anni i biglietti e le lettere che lei scrisse ai suoi conoscenti e ai bambini che incontrava: non era raro (come testimoniano le lettere riportate nel volume di Natale) ricevere un biglietto scritto da Peter o Benjamin coniglio, così come non era strano ritrovarsi nel campo o nell’emporio che la sera prima si erano con tanto interesse contemplati nel libro letto prima di dormire. I primi lettori di Peter coniglio vivevano realmente nel suo mondo, quello fatto di topi e oche in cortile, potevano scrivergli e non di rado ricevevano in risposta biglietti e letterine. Questo assicurò certamente e per anni un genuino successo alla sua autrice. Le storie travalicavano la finzione e arrivavano a casa del lettore.

Non credo fosse un pianificato piano pubblicitario, ma piuttosto un raro amore per le proprie storie.

Beatrix Potter, Il mondo di Beatrix Potter, Sperling&Kupfer

Beatrix Potter, Il mondo di Beatrix Potter, Sperling&Kupfer

Cosa significa leggere Beatrix Potter?

Quando si parla di Beatrix Potter, si pensa immediatamente a Peter coniglio, tuttavia questo non fu che il primo personaggio del primo racconto che ritornò in altri racconti, insieme però a molti altri personaggi non meno importanti che animano lo stesso universo: Nutkin lo scoiattolo, Tom il gattino, Jeremy pescatore, Jemina anatra de’ Stagni, Duchessa, Ribby, Flopsy, Tabitha Nervosetti…

Raccogliere tutti i racconti di Beatrix Potter risulta molto difficoltoso, proprio per il modo con cui lei raccontava le sue storie, che nascevano a volte per richieste specifiche dei lettori, altre per ispirazioni personali: alcuni sono stati scritti in lettere indirizzate variamente, in altri casi abbiamo racconti accennati e poi mai ripresi, oppure rivisti, riscritti, editi fuori dall’Inghilterra, inediti, pronti per la stampa e postumi, storie solo per immagini e storie prive di immagini, immagini rifinite e colorate e schizzi preparatori…

Beatrix Potter, La raccolta di Natale di Peter coniglio, Sperling&Kupfer

Beatrix Potter, La raccolta di Natale di Peter coniglio, Sperling&Kupfer

Attualmente le si attribuiscono 23 racconti, 4 inediti, un racconto postumo (L’orologio di Sally) e una narrazione lunga (Fairy Caravan). Con l’eccezione di quest’ultima, le storie sono tutte state edite in vario modo (singole o in raccolta), sempre accompagnate dalle immagini che Beatrix fece per loro con la sola eccezione de L'orologio di Sally. L’autrice inglese, come ben spiegano le note introduttive alle raccolte più recenti, spesso prendeva ispirazione da luoghi che frequentava per raccontare le sue storie.

Beatrix Potter, Il mondo di Beatrix Potter, Sperling&Kupfer

Beatrix Potter, Il mondo di Beatrix Potter, Sperling&Kupfer

I testi sono brevi e i protagonisti (animali e umani) intrecciano le loro vicende in sfondi reali che li rendono convincenti e interessanti. Non pensate però di trovarvi di fronte a narrazioni di deliziosi coniglietti paffuti e topine smorfiose, le avventure sono il cuore più vivo delle storie di Beatrix Potter. Vi troverete a scappare per mare e ad evadere, scamperete a risse e organizzerete piani di fuga, la morte vi sfiorerà e potrete rischiare di diventare cibo per topi. C'è certamente un certo gusto per la quotidianità, i panni della cucina e della lavanderia, i vestiti belli della festa e il tè pomeridiano, ma nessun lettore con il gusto per l'azione rimarrà deluso. Certo siamo in mondo di 150 anni fa e capita che i coniglietti disobbedienti si prendano delle bacchettate sul sedere e che, nonostante si sia appena letta la storia di una topina deliziosa, nel racconto successivo i topolini siano la lauta cena del gufo del nocciolo o il contenuto di un bel pasticcio… È davvero evidente come l’autrice inglese non avesse nessun altro fine se non raccontare.

Il talento illustrativo di Beatrix è innegabile. Basti vedere la sua capacità di riprodurre la fisionomia degli animali, la linea sottile e precisa che fa da contorno, i delicati accenni degli sfondi, la sensibilità cromatica generale. Fu una grande artista a tutto campo. Questo fascino è percepito dai bambini (Saverio compreso) che secolo dopo secolo non possono che rimanere quieti e silenziosi ad ascoltare le avventure dei piccoli conigli, topi, gatti, volpi, tassi, rane.

Beatrix Potter, Il mondo di Beatrix Potter, Sperling&Kupfer

Beatrix Potter, Il mondo di Beatrix Potter, Sperling&Kupfer

Quando cominciare?

Dai 5 anni, secondo me, la lettura scorre liscia: il supporto delle immagini permette di diluire la narrazione più estesa, i dialoghi e le scene di quotidianità assicurano il mantenimento dell’attenzione. Si è catapultati nell’Inghilterra di fine ‘800 e non si vorrebbe essere da nessun’altra parte.

Beatrix Potter, La raccolta di Natale di Peter coniglio, Sperling&Kupfer

Beatrix Potter, La raccolta di Natale di Peter coniglio, Sperling&Kupfer

Come orientarsi tra le edizioni?

917+YqyrbvLL’edizione completa Il mondo di Beatrix Potter, Mondadori, ristampata per l’occasione del 150°, è curata in ogni particolare: 23 i racconti e 4 gli inediti. I racconti sono introdotti da note che contestualizzano il testo in relazione alla vita dell’autrice, la resa delle immagini è accurata e permette di godere dei minuziosi dettagli degli acquerelli dell’autrice.

91MbEqF9zpLL’altra edizione recente raccoglie i racconti “natalizi”: La raccolta natalizia di Peter coniglio. In realtà la selezione attuata per via tematica non aggiunge nulla ai racconti originali. Trovate in questa edizione 5 racconti, 1 inedito – già presenti nell’edizione “generale” – il racconto postumo L’orologio di Sally e un estratto da The Fairy Caravan. A questo si aggiunge un apparato con stralci dalla corrispondenza di Beatrix Potter e alcuni biglietti di auguri.

Lo svantaggio di questi volumi, che ben si prestano alla lettura serale a letto, è la scomodità del formato (grande) e la pesantezza del volume (ottima finitura, ma necessariamente pesante).

71qYILr4liLVarie, numerose e ben curate le edizioni dei racconti singoli, che potranno essere assegnati come prime letture autonome ai bambini a partire dai 6-7 anni. L'editore è Nuova editrice Berti.

 

81m5zkxysGLNaturalmente Peter coniglio è diventato un marchio e non si contano le rivisitazioni e le riletture: ci sono pop-up, libri con i buchi, libri sonori, libri con ogni genere di interattività, abbiamo anche racconti composti ed illustrati ex-novo

 

Il mondo di Beatrix Potter (edizione principale)
Beatrix Potter - Rosalba Scorti - Hado Lyria - Elena Malossini - Donatella Ziliotto
(traduttori)

400 pagine
Anno: 2016

Prezzo: 32,00 €
ISBN: 9788804658795

Mondadori
Compralo da Radice Labirinto se non sai come fare clicca qui che ti spiego

Anobii

Link interessanti

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *